Una tra le dive più amate e famose della Televisione italiana esce di scena con la sua solita eleganza e la classe che l'ha accompagnata e contraddistinta in tutti questi gloriosi anni di onorata carriera nel mondo dello spettacolo. "E' stato bello, ma ora spazio ai giovani", così la showgirl italiana si congeda agli occhi di una Italia stupita. Cantante, ballerina, attrice, autrice e conduttrice, insomma Raffaella non si è mai fatta mancare nulla.

Come e quando nasce l'icona di Raffaella Carrà:

Ha esordito agli inizi degli anni '50 nel film di Mario Bonnard "Tormento del passato", anche se era solo una bambina. E' nella stagione 1969-1970 che arriva il vero successo nazionale, nello spettacolo "Io, Agata e tu" in cui la stessa Carrà lancia un nuovo tipo di showgirl dinamica e moderna. Nell'autunno seguente affianca Corrado a Canzonissima e lì lancia il famosissimo "Tuca Tuca" e canta la sigla "Chissà se va" e "Ma che musica maestro".

Nel 1974 presenta Milleluci con Mina e, alla sua terza Canzonissima lancerà quello che poi diverrà un tormentone simbolo di quegli anni, "Rumore". Dal 1983 al 1985 conduce "Pronto, Raffella?" programma targato Rai che la consacrerà e diverrà emblema della sua definitiva affermazione televisiva.

Fu talmente ampio il successo di questa trasmissione che le frutterà anche il premio di "miglior personaggio televisivo femminile al livello europeo" consegnatole direttamente dall'European Tv Magazines Association.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie TV

Ma ciò per cui si ricorda maggiormente la Carrà è "Carramba! che sorpresa" programma televisivo pensato per permettere a persone lontane di riabbracciarsi dopo decenni e che ha tenuto compagnia a milioni di persone fino a poco meno di quindici anni fa.

Durante la sua lunghissima carriera lavorerà con Gigi Sabani, Gianni Boncompagni, Paolo Bonolis, Giancarlo Magalli, Renato Zero, Jhonny Dorelli, Gerry Scotti ed altre voci significative del panorama televisivo italiano degli anni '90 e 2000.

Si farà conoscere anche in Spagna ed oltreoceano, soprattutto in Argentina. Ma non dimentichiamo le sue canzoni che hanno segnato un'epoca, come "A far l'amore comincia tu" (poi remixata da Bob Sinclair e divenuta la colonna sonora del premio Oscar "La grande bellezza"), "Tanti auguri", "Ballo ballo" ed altri indimenticabili successi.

Ultimamente, l'abbiamo vista in "The Voice of Italy" su Rai 2 e sarà nell'ultima puntata di questo format che annuncerà ufficialmente l'Addio al programma.

Infine, durante una puntata di "Domenica Live" dell'11 dicembre scorso, ai microfoni della conduttrice Barbara D'Urso, manifesta tra le righe la sua volontà di "salutare le scene". "La mia carriera è stata un continuo sorprendermi e questo per me è il massimo: gioire per una piccola o per una grande cosa significa vivere." Così la Carrà parla della sua memorabile avventura televisiva.

E' tuttavia possibile rivedere la Raffaella nazionale di nuovo sui nostri teleschermi con un progetto ambizioso, magari.

I fan di tutte le età, nel frattempo, incrociano le dita.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto