Questa sera, lunedì 17 aprile, va in onda su Canale 5 il film "Il Diavolo veste Prada", trasmesso in prima serata, a partire dalle 21:11. Il film, diretto da David Frankel nel 2006 vede come protagoniste la celebre attrice Meryl Streep e la talentuosa anne hathaway in una pellicola avvincente e sfavillante che, fin dalla sua uscita nelle sale, ha incantato il pubblico.Vediamo ora qualche spunto sulla trama, per poi passare a tutte le curiosità su uno dei film più amati di sempre.

Il Diavolo veste Prada: la trama

La storia de Il Diavolo veste Prada ha come sfondo il carismatico e ammaliante mondo della monda, dove Miranda Priestly, la direttrice della famosa rivista Vogue America, è venerata e temuta come una divinità.

Non ci sono limiti alle opportunità che questa donna possa dare, ma riuscire ad ottenere un posto accanto a lei come sua assistente personale non sembra per niente facile. Quando la semplice e comune Andrea Sachs verrà assunta per questo ruolo, si ritroverà catapultata in un mondo a lei fino a quel momento sconosciuto dove, per sopravvivere, dovrà cercare di tenere il passo della dispotica e sofisticata Miranda.

Tutte le curiosità sul film

La pellicola è stata tratta dall'omonimo romanzo di Lauren Weisberger la quale era stata assistente personale di Anna Wintour, direttrice di Vogue. L'autrice del libro si è deliberatamente ispirata alla Wintour per il ruolo di Miranda Priestly. La Weisberger, inoltre, compare anche nel film: interpreta la tata delle gemelle di Miranda.

Il film è stato girato in pochissimo tempo: pensate che sono serviti solo 57 giorni per completare le riprese.

Per il ruolo di Miranda Priestly erano state considerate anche le attrici Kim Basinger e Helen Mirren ma alla fine fu Meryl Streep ad ottenerlo. Il ruolo valse all'attrice una Nomination agli Oscar nel 2007, agli Screen Actors Guild Awards, ai Bafta e gli fece inoltre ottenere un Golden Globe come miglior attrice protagonista.

Per quanto riguarda invece il ruolo di Andrea Sachs, la prima scelta era ricaduta sull'attrice Rachel McAdams, la quale però rifiutò. Fu poi Anne Hathaway ad ottenerlo: la sua determinazione la portò persino a disegnare la scritta "Assumimi" sulla sabbia del giardino Zen della scrivania di Carla Hackn, presidentessa della Fox 2000.

Lo stilista Valentino ha disegnato l'abito da sera nero che vediamo indossare a Meryl Streep nella scena del museo: è anche l'unico stilista ad aver accettato di comparire nel film.

Nella pellicola compaiono anche alcune top model, tra cui Heidi Klum e Gisele Bundchen, che interpreta un membro dello staff della terribile Miranda.

Tutti gli abiti che compaiono nel film sono firmati da stilisti internazionali: il loro valore ammonta alla cifra astronomica di un milione di dollari.

Emily Blunt riuscì ad ottenere il ruolo di Emily Charton, prima assistente di Miranda, surclassando più di cento attrici in lizza per ottenere la parte. Per il suo ruolo la scrittrice si è ispirata a Plum Sykes, ex assistente della Wintour, nonché scrittrice anche lei.

Una delle curiosità più particolari riguarda la scena in cui Miranda entra in ufficio e getta il cappotto sulla scrivania di Andy. Ecco, pensate che questa scena è stata ripetuta 30 volte per fare in modo che il cappotto ricadesse sulla scrivania al momento giusto.

La copertina di Runway che nel film compare dietro la scrivania di Emily si ispira alla copertina di Vogue del 2004 e presenta le modelle Priscilla e Lisa Marie Presley e Riley Keough.

La redazione di Runway, che nel film ha sede al numero 1221 della 6th Avenue nella realtà ha invece sede nel grattacielo della McGraw Hill, gruppo editoriale di enorme importanza a livello mondiale nel campo dell'editoria universitaria, nonché in campo finanziario ed economico.