Annuncio
Annuncio

Cari lettori, oggi abbiamo il piacere di intervistare la famosa e bellissima fotomodella italiana Martina Tosi. In ESCLUSIVA ha risposto alle nostre domande e raccontata a 360 gradi.

Ciao Martina, per prima cosa presentati ai nostri lettori e raccontaci come hai iniziato la tua carriera di fotomodella…

Sono Martina e ho 23 anni, di base vivo a Firenze anche se ormai mi ritengo una nomade e sono sempre in giro per l’Europa come una trottola. Nella vita faccio la fotomodella e ho anche un’agenzia di eventi e servizi. Come studi mi sono fermata alla quinta del liceo linguistico, non sono mai stata ammessa agli esami e da lì ho smesso di studiare, subito dopo ho iniziato a lavorare come hostess a ‘Palazzo Strozzi’ (un importante palazzo storico di Firenze che espone mostre), poi come commessa e successivamente come segretaria-assistente alla poltrona in studi medici, finché non ho intrapreso la strada della fotomodella.

Annuncio

Sono fidanzata da quasi 5 anni, ho due cani che amo tantissimo (un lupo cecoslovacco e uno spinone preso al canile) e adoro gli animali. Mi piace molto preparare dolci e nel tempo libero anche dipingere o crearmi vestiti. Sono una persona creativa, socievole e sempre in cerca di nuove emozioni. Faccio talmente tante cose che il tempo per me è sempre poco e mi sfugge via troppo velocemente. Ho iniziato questo lavoro per caso, lavoravo come assistente alla poltrona e segretaria da un dentista ma nel tempo libero nei weekend ho sempre lavorato con agenzie come hostess, promoter o ragazza immagine alle serate; iscrivendomi poi in un gruppo su Facebook trovai un annuncio in cui cercavano una ragazza con le mie caratteristiche per un servizio fotografico, provai, e da lì una volta pubblicate le foto iniziarono le richieste, talmente tante che presi poi la decisione di lasciare il mio lavoro ufficiale. A quanto pare feci bene, la fotografia mi piace davvero tanto.

Annuncio
I migliori video del giorno

Una bella chiacchierata con Martina Tosi

Cosa cerchi di trasmettere nelle foto che ti ritraggono e chi è stata la tua modella di riferimento?

Cerco di esprimere più emozioni possibili, io adoro la fotografia di interpretazione con uno storyboard o un progetto artistico da seguire; certo che in questo molto lo fa il fotografo perché senza delle impostazioni guida non mi metto a fare quello che voglio fregandomene della sua richiesta, ma se posso scegliere un carattere o un’emozione da sviluppare allora preferisco l’interiorità, la dolcezza ma allo stesso tempo anche il disagio, l’abbandono e la fuga.

Bellezza e sensualità: come rappresenti questi due valori nella vita privata?

Nella mia vita privata la bellezza e sensualità non hanno un ruolo così primario, sarà perché devo esserlo sul lavoro e quando non lo sono mi rilasso dal dover apparire, in secondo luogo ho superato la fase adolescenziale di insicurezza e del ‘voler essere qualcuno o sentirsi importante per stare bene’ , io credo di piacermi molto adesso sia in tuta da ginnastica che in abiti eleganti.

Annuncio

Ora ti confesso che mi vesto in base a come mi sento in quel momento, se voglio essere sexy ok altrimenti prevale la semplicità…

Lasceresti il tuo percorso lavorativo per amore?

Purtroppo diverse volte mi è capitato di scontrarmi a causa del mio lavoro per amore , capisco benissimo che stare accanto a me non sia per niente semplice, soprattutto perché il mio mestiere ruba davvero un arco temporale importante sia fisicamente (sono sempre in giro per l’Italia e anche all’estero) che mentalmente (in quanto essendo freelance mi gestisco tutti gli appuntamenti e impegni da sola, organizzo le mie trasferte, devo pensare a cosa portare, dove andare, chi devo chiamare ecc…). Da un anno ho anche un’agenzia di mia proprietà di hostess, ragazze immagine e modelle e anche questo mi ruba molto tempo. Chi mi sta accanto deve adattarsi e sopportare un rapporto come fosse ‘a distanza’, poi ci sono tante persone che scrivono continuamente sui social e al telefono; questo non aiuta certo a dare stabilità con la persona che ho accanto. Finora però non mi sono mai sentita di mollare tutto per amore, chi mi vuole deve amare anche quello che faccio e la vita che mi appartiene: se cosi non è a quanto pare non si parla di amore.

Come vedi il tuo futuro tra 10 anni e quali sono i sogni che desideri realizzare?

Tra 10 anni mi vedo nella mia casa di proprietà, con i miei cani ed un nuovo progetto. Quando il mio lavoro di modella sarà agli sgoccioli, mi piacerebbe aprire un grande centro per cani di veterinaria, fisioterapia, piscina, asilo, educazione e pensione; un luogo pensato per la gente che, come me, lavora molto e non riesce a tenere il proprio animale con sé (lasciandolo libero di giocare con gli altri cagnolini). Non voglio però abbandonare la mia agenzia e quindi portarla avanti in parallelo: la mia mente è da imprenditrice, non mi piace limitarmi e voglio sempre crescere (magari anche cadendo qualche volta, ma rialzandomi sempre e senza mai tornare indietro).