Cerca la sua Barbie. Ma può andar bene anche un altro Ken, anche se certo è difficile che riesca a trovarlo proprio come lui. Rodrigo Alves, 33 anni, conosciuto infatti come il "Ken umano", è nel Guinness dei primati per le 58 operazioni chirurgiche a cui si è sottoposto per diventare la versione in carne e ossa del fidanzato della "fashion doll" Barbie. E ieri è stato ospite della trasmisione "Domenica Live" condotta da Barbara D'Urso che per la prima puntata della nuova stagione televisiva, ha scelto una storia estrema e trash. Alla sua prima apparizione italiana, Alves, diventato una star della tv con un suo show a Los Angeles, ha raccontato la storia delle sue "metamorfosi".

Le confessioni dell'uomo più rifatto al mondo

L'uomo più rifatto al mondo finora si è sottoposto a 58 interventi chirirgici, 103 procedure e trattamenti cosmetici, ma non ha certo intenzione di smetterla, anche se sotto i bisturi ha persino rischiato la vita. A Barbara D'Urso e al pubblico di ospiti sbigottiti, Rodriogo Alves, inglese di padre brasiliano e madre britannica, ha raccontato la sua vita da guinness dei primati per la consuetudine con ritocchi se non stravolgimenti chiriurgici, e il numero di ore passate in sala operatoria per assomigliare a Ken. Addominoplastica, rinoplastica, lifting facciale, liposuzioni in ogni parte del corpo, dalle mandibole alle gambe, protesi, Rodrigo non si è fatto mancare nulla dal 2004, data in cui ha fatto il primo intervento.

Davanti alla platea televisiva, ha scherzosamente sottolineato di essere totalmente rifatto dalla punta dei capelli ai piedi, e di essere quindi tutto falso, eccetto le parti intime. E lo ha rivelato in un siparietto ben poco elegante con Barbara D'Urso, tra l'ilarità e l'imbarazzo del pubblico. Di sé predilige gli addominali finti e i glutei.

Tirato e plastificato, ha un aspetto impressionante. Ma se prima non si piaceva, ora si piace. Per compiere questo processo di lieta convivenza con se stesso, ha speso finora complessivamente oltre 425 mila euro.

Un altro paio di operazioni in sospeso

Rodrigo Alves è contento di questa sua trasformazione, ma ha in programma altri due interventi chirurgici, almeno per il momento, e qualche ritocchino.

Presto farà un nuovo trapianto di capelli, dopo i due già fatti. L'uomo che si è trasformato in bambolotto in carne ed ossa, ha voluto evidenziare la sua intelligenza: parla 5 lingue, ha lauree e master ma non ha specificato quali siano. A dir poco confuso però lo è a livello identitario: cerca una Barbie, e allora potrebbe fare al caso suo Rachel Evans, il suo equivalente femminile, la donna che ha speso 20 mila sterline per diventarlo. Ma forse cerca un uomo. E se la gente ritiene che somigli lui troppo a una Barbie, in futuro potrebbe decidere di diventare donna.

'Life in plastic it's fantastic'

Il Ken umano ha sposato il motto che "life in plastic it's fantastic", la vita plastificata è fantastica, ma ha voluto tuttavia lanciare un messaggio "ecumenico".

Ha detto che la gente rimane scioccata quando lo guarda ma non sa che lui, pur avendo una lunga storia d'amore con la chirurgia plastica, è più umano di quanto su possa immaginare. Per realizzare la sua ossessione, ha rischiato di perdere il naso e la vita. Ma per essere un perfetto uomo bambola è pronto ancora ad altre sfide. Nel suo caso non c'è limite: alla plastica non si comanda.

Segui la pagina Barbara D'Urso
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!