Sembra che la notizia, ancora non ufficiale, della scelta di claudio baglioni per la direzione artistica del prossimo ''Festival di Sanremo'' non sia stata accolta benissimo da tutti nell'ambiente musicale italiano. Il rischio, paventato da alcuni, è quello di un vero e proprio conflitto tra questo ruolo e la sua attività di cantante, visto che è sotto contratto presso una major e con una serie di interessi economici che potrebbero scontrarsi con quelli della rassegna.

Pubblicità
Pubblicità

In pratica c'è chi teme che possano esserci dei favoritismi verso qualcuno a danno di altri: non si tratterebbe di certo di una novità in Riviera, ma questa volta tutto sarebbe troppo evidente. Insomma, diversi esponenti del mondo musicale italiano, pur riconoscendone l’indubbia competenza, non vedrebbero in Claudio Baglioni una figura al di sopra delle parti.

Non tutti gradiscono Baglioni

Del resto il cantautore romano non è nuovo a problemi del genere: come da lui stesso raccontato, in passato proteste simili gli hanno impedito di condurre un Sanremo con Fabio Fazio, subito dopo il successo di "Anima Mia", perché all'epoca non si voleva che un cantante ricoprisse un ruolo di maggiore visibilità rispetto a chi partecipava alla gara.

Prime polemiche per la scelta di Claudio Baglioni al Festival di Sanremo
Prime polemiche per la scelta di Claudio Baglioni al Festival di Sanremo

Solo anni dopo, con Gianni Morandi, si è finalmente superato questo embargo. Non sappiamo ancora se quelli che fino ad ora sono semplici malumori che circolano tra gli addetti ai lavori diventeranno qualcosa di più concreto, tanto da impedire l'affidamento dell'incarico a Baglioni: di certo il tempo stringe ed è necessario avviare al più presto la complessa macchina organizzativa della rassegna.

Un nuovo nome per la conduzione

Come anticipato, mentre per la gara è ancora tutto in alto mare, per la trasmissione televisiva, che nel corso del tempo è inutile negarlo ha prevalso sul resto, si è deciso di riproporre una formula simile a quella adottata da Pippo Baudo nel 1992.

Pubblicità

Oltre al direttore artistico, infatti, si alterneranno all’Ariston diversi conduttori, uno per ogni serata, fino alla finale del sabato quando il cast dei presentatori si riunirà.

Nei giorni scorsi sono stati fatti diversi nomi dei personaggi da affiancare a Claudio Baglioni: prima Virginia Raffaele, poi Milly Carlucci, Fabrizio Frizzi, Lodovica Comello e Massimo Ranieri. Nelle ultime ore se n’è aggiunto un altro: si tratta di Beppe Fiorello, volto amatissimo delle fiction di Rai1, che in passato ha spesso promosso di persona durante la kermesse.

Già alcuni mesi fa Fabio Fazio lo aveva lanciato come possibile conduttore, magari insieme al celebre fratello Rosario: chissà che alla fine, almeno per pochi minuti, non si possano davvero vedere insieme i due fratelli sul palco. Sarebbe sicuramente un colpo eccezionale per la Rai.

Leggi tutto