Un film su Silvio Berlusconi destinato a far discutere e che sarà intitolato “Loro”. Paolo Sorrentino mostra le prime immagini dell’attore protagonista Toni Servillo truccato come l'ex Premier e arriva subito la reazione da parte del leader di Forza Italia, che da Arcore replica: “Spero non si tratti di un’aggressione politica”. Eppure il film di Paolo Sorrentino, vincitore dell'oscar con "La grande bellezza", è destinato a lasciare il segno. E’ bastato pubblicare una foto di Toni Servillo pronto al ciak che i primi commenti, anche da parte del diretto interessato, non sono mancati. Perché il Silvio che vuol far emergere il regista non è il politico che ha guidato l'italia, ma l'uomo che si è ritrovato al centro degli scandali, bunga bunga compreso, che ne hanno in un certo qual modo scalfito il potere politico.

Riproduzione di Villa Certosa

Per questo, nelle riprese che si stanno svolgendo tra una villa di Orbetello e il Golf Hotel Resort di Porto Ercole, viene riprodotta la residenza Sarda di Villa Certosa. Si scatenerà una bufera mediatica, è certo, con un film destinato a dividere le opinioni visto che già nelle prime riprese ai Fori Imperiali finirono nell'inquadratura un gruppo di ragazze con minigonna e tacchi a spillo, partecipanti a un pranzo elegante. Ovviamente era una scena preparata, olgettine pronte a far parte della pellicola. E non mancano le polemiche per il ruolo che ricoprirà Riccardo Scamarcio, individuato da Sorrentino come il lobbista Giampaolo Tarantini, mentre la parte di Mariano Apicella, fidato amico e cantante di Berlusconi, sarà ricoperta da Giovanni Esposito.

Per Toni Servillo non è questa la prima interpretazione con la quale si cala nei panni di un politico che ha guidato l’Italia. Lo aveva già fatto interpretando Giulio Andreotti nel film Il Divo.

La provocazione di Sorrentino

Paolo Sorrentino, in un'intervista rilasciata alla Bbc, ha descritto qual è il suo progetto per raccontare chi è Berlusconi: “Il mondo lo vede come una persona semplice, ma ho capito che è molto più complesso.

Per questo mi piacerebbe descriverne il personaggio. Ciò che mi interessa è raccontare l'uomo che c'è alle spalle del politico. Io sono abituato a vedere il potere ovunque non è una cosa che riguarda solo Berlusconi e c'è anche da dire che ci sono persone che hanno utilizzato l'ex Premier per cambiare la propria vita”.

Il film sarà intitolato “Loro”, prodotto dalla Indigo film in coproduzione con Pathè che si occuperà anche della distribuzione internazionale della pellicola. Il film è stato già acquistato da Focus Features per la distribuzione in Italia da parte della Universal Pictures. Per il regista un bell’impegno dopo lo straordinario successo avuto con la sua serie, che avrà un seguito, The Young Pope andata in onda lo scorso inverno su Sky in Italia e riprodotta anche all’estero.

Segui la pagina Silvio Berlusconi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!