Anche se un po’ in ritardo rispetto al solito, è finalmente partito il carrozzone della sessantottesima edizione del Festival di Sanremo. Al timone, come direttore artistico e conduttore, claudio baglioni, che sin dalle prime mosse sembra aver deciso di togliere dalla gara molti di quegli elementi televisivi, che negli ultimi anni avevano fatto lievitare gli ascolti, ma anche reso la rassegna molto più simile ad un talent show. Quindi via la competizione, le eliminazioni, perfino le cover di successi del passato che il pubblico aveva dimostrato di apprezzare. Con l’obiettivo di rimettere i cantanti al centro dello spettacolo e di allontanarsi dagli altri modelli televisivi di successo.

L’esercito di Maria

Un intento encomiabile, ma difficile da attuare, perché in questi anni il mercato è cambiato molto, ed ormai sfrutta a piene mani il fenomeno dei talent. Ed il direttore artistico deve giocoforza attingere dall’offerta delle case discografiche, che sembra essere abbastanza unidirezionale. Così i primi nomi che circolano, sono quasi tutti legati alle trasmissioni televisive concorrenti. Su tutti aleggia l’ombra di Maria De Filippi e del suo “Amici”: la schiera dei possibili cantanti in gara con un passato nel programma Mediaset è davvero lunga. Si va dal vincitore del Sanremo 2017 tra i giovani, Lele, al redivivo Marco Carta. E poi ancora Deborah Iurato, Elodie, Federica Carta, i La Rua Annalisa, Thomas, Valerio Scanu e perfino una che si è sempre tenuta lontana dalla competizione come Alessandra Amoroso, mentre Emma preferirebbe rinunciare.

Agli altri talent solo le briciole

Davvero tanti i pupilli della De Filippi: sicuramente alla fine non tutti parteciperanno, ma fa impressione notare in quanti cerchino un’occasione di rilancio o un’ulteriore conferma sulla riviera. Addirittura pare che The Kolors potrebbero cantare in italiano per una volta, per un ritorno in grande stile, attraverso il Festival.

Agli altri talent resterebbero le briciole: i figli di “X Factor” Lorenzo Fragola, Francesca Michielin e Michele Bravi, potrebbero ritentare, insieme a pochi altri, come gli Urban Stranger o l’attuale giudice, Levante, intenzionata a cogliere al volo la visibilità regalatale dalla trasmissione. Ed è legata alle prime edizioni del programma anche Noemi, che si presenterebbe con una canzone di Tommaso Paradiso (Thegiornalisti).

E, per non farsi mancare nulla, potrebbe arrivare persino Suor Cristina da “The Voice”.

Tanti nomi, poche novità

Quindi Claudio Baglioni avrebbe davvero poca scelta: tra gli altri candidati ci sono Anna Tatangelo (anche se pochi lo ricordano, fu giudice anche lei ad “X Factor"), Alex Britti, Alexia, Le Vibrazioni, Gianluca Grignani, Arisa, recentemente entrata nella scuderia della Caselli, Dolcenera, Nina Zilli, Il Cile, Mario Biondi, L'Aura, Mario Venuti, Carmen Consoli. Pochissimi nomi dalla scena rap, forse Baby K; per i giovanissimi si punta piuttosto su Benji & Fede. Diversi i cantanti popolari che hanno fatto la storia di Sanremo, come Marcella Bella, Loredana Berté, Fausto Leali, i redivivi Decibel di Enrico Ruggeri e addirittura un grande ritorno della coppia Minghi-Mietta.

Baglioni spera di convincere l’amico Gianni Morandi oppure Renato Zero a scendere in gara e non a partecipare solo come ospiti, mentre in molti già parlano del trio Pezzali-Nek-Renga, come probabili vincitori. Sempre che si decidano davvero a partecipare.

Segui la pagina Maria De Filippi
Segui
Segui la pagina Festival Sanremo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!