7

Anche nella 68esima edizione [VIDEO], in realtà, il Festival di Sanremo ha avuto il suo siparietto sexy, quando la generosa scollatura di Noemi si è aperta durante la terza serata, prima dell'esibizione, imbarazzando Pierfrancesco Favino che la stava presentando. La cantautrice romana ha reagito con nonchalance, sfoderano una grassa risata. Del resto siamo nel 2018, la Rai ha sdoganato il nudo da tempo ed Internet lo ha reso alla portata di tutti. Così il particolare piccante sul palco dell'Ariston, al tempo dei reality show che usano la tecnica del vedo/non vedo su altre e ben più bollenti circostanze, oggi fa solo sorridere. C'è stato un tempo in cui gli scandali erano di ben altra portata, ma erano per l'appunto altri tempi.

Gli scandali di Claudio Villa e dei Ricchi e Poveri

Nel 1955 siamo praticamente agli albori della televisione. Le gambe delle Kessler o l'ombelico della Carrà non sono ancora entrati nelle fantasie erotiche degli italiani, la Rai trasmette solo da un anno e sul piccolo schermo non traspare nulla di 'compromettente' che possa turbare la ritrovatà tranquillità del Paese nel periodo storico tra il dopoguerra ed il boom economico. Si tratta di un'edizione storica del Festival di Sanremo [VIDEO] (iniziato nel 1951), la prima tramessa in televisione. Claudio Villa è il grande favorito con 'Buongiorno tristezza', canzone interpretata anche da Tullio Pane (era il tempo della doppia esibizione per ogni singolo pezzo). Alla vigilia della serata finale, però, il reuccio si dà malato.

Una foto lo ritrae a letto, preda di una forte febbre causata da una bronchite. In realtà Villa scoppia di salute, anche troppo, ma è stato 'trattenuto' dalla moglie Miranda che gli ha fatto una scenata epocale dopo aver scoperto un suo ennesimo tradimento. La consorte minaccia di rivelare tutto in diretta TV, alla fine la questione familiare sarà appianata. Claudio Villa avrebbe comunque ottenuto la prima delle sue quattro affermazioni a Sanremo. Ventisei anni dopo, siamo nel 1981, e lo scandalo cade come una mannaia su uno dei gruppi più amati dagli italiani alla vigilia del Festival. Angela Brambati, la celebre 'morettina' dei Ricchi e Poveri, scopre la relazione tra il marito e Marina Occhiena, sua collega nella band. La 'biondina' viene estromessa dal gruppo, ma pretende di essere riammessa nel quartetto per l'imminente appuntamento sanremese e presenta ricorso in Tribunale. Il pretore Michele Russo le dà ragione: i Ricchi e Poveri dovranno esibirsi in quattro, pena il sequestro del brano in gara.

Dopo un infuocato confronto tra i quattro componenti del complesso e la casa discografica, la Occhiena accetta di fare un passo indietro. All'epoca si vociferò di un cospicuo 'bonus' economico in suo favore. Rimasti in tre, i Ricchi e Poveri non vinceranno il Festival, ma otterranno un successo mondiale con il brano 'Sarà perché ti amo'.

Dalla 'seconda pelle' della Oxa alla 'farfallina' di Belen

Nel 1985, invece, inizia il periodo 'voyeur', ad aprirlo ufficialmente è Anna Oxa che sul palco dell'Ariston si esibisce con una tuta rossa aderentissima che la fascia come una seconda pelle, rivelando in maniera evidente le sue forme ed alcuni particolari intimi. Nel 1987 sarà galeotta la spallina di Patsy Kensit: la celebre popstar si esibisce come ospite al Festival, l'esile spallina che regge il suo vestito cede scoprendole il seno, è il primo 'topless' della storia del Festival. Gli anni passano, a regalare 'brividi' al pubblico maschile sono soprattutto le bellissime co-conduttrici e non più vallette: le varie Anna Falchi, Claudia Koll, Sabrina Ferilli, Manuela Arcuri, Federica Felini ed Ilary Blasi. L'unico segnale hot dal palco lo dà una matura Patty Pravo nel 2009, quando sfoggia un dirompente 'nude look' a dispetto dei suoi 60 anni. Il momento piccante poi lo vanno a cercare direttamente gli organizzatori del Festival nel 2010, invitando ad esibirsi la regina del burlesque, Dita Von Teese. Nel 2012 irrompe la celebre farfallina di Belen Rodriguez: la showgirl argentina scende dalla scala come una grande diva ed il suo abito apparentemente castigato rivela invece uno spacco vertiginoso che la scopre fino all'inguine dove, in bella mostra, c'è una farfallina tatuata. Al contrario, non compare alcun 'segnale' di biancheria intima. Così i doppi sensi sulla 'farfallina' di Belen si sprecano, la Rodriguez rivelerà in seguito di aver indossato uno speciale perizoma per simulare l'effeto nudità, indumento che viene usato anche nelle riprese cinematografiche. Ma il gossip impazza ed il dibattito su Belen 'con o senza intimo' tiene banco ancora oggi.