Grandi novità su Netflix. Il prossimo 18 maggio arriva la seconda stagione di 13 - Tredici (titolo originale "13 Reasons Why", reso graficamente TH1RTEEN R3ASONS WHY), l'avvincente teen drama che affronta, in tutte le sue sfaccettature, il delicato tema del suicidio adolescenziale e scava tra i motivi che portano ad un gesto estremo.

Il nastro era solo l'inizio

La nuova attesissima stagione si inaugura con una frase densa di significato: «Il nastro era solo l’inizio».

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

E, infatti, i protagonisti si ritrovano a fare i conti non più con delle audiocassette, ma con delle polaroid.

La Serie TV Tredici riprende esattamente dal punto in cui l'avevamo lasciata.

I protagonisti, i 13 motivi per cui Hannah Baker ha deciso di togliersi la vita, si ritrovano a fare i conti con quanto è accaduto e provano, ognuno in maniera personale, a superare il trauma. C'è chi non sa come gestire i sensi di colpa, chi soffre in silenzio e chi fa di tutto per evitare che la verità sulla morte di Hannan venga mai svelata. Anche la Liberty High si prepara ad affrontare un processo che non sarà facile per nessuno.

Le cose vengono rese più complicate da alcune inquietanti polaroid che, come scopriranno presto Clay ed i suoi compagni, nascondono un terribile segreto.

Il lancio della seconda stagione

In occasione dell'arrivo della nuova stagione su Netflix, il sito 13ReasonsWhy.info , ha deciso di raccogliere materiale e documenti inediti, come le clip dove i protagonisti della serie si confrontano su tematiche "calde" come il bullismo, l'abuso di stupefacenti e la violenza sessuale.

Il successo di Tredici

La serie tv Tredici è debuttata il 31 marzo 2017 su Netlix [VIDEO]con una frase choc: "Perché una ragazza morta dovrebbe mentire?" e, in poco tempo, è diventata un vero e proprio cult.

Creata da Brian Yorkey e prodotta da Selena Gomez, si ispira al romanzo sul romanzo di Jay Asher, 13 ha saputo conquistare pubblico e critica anche se le tematiche affrontate non sono tra le più semplici da raccontare: bullismo che può portare al suicidio, depressione, isolamento sociale, ma anche omosessualità e stalking.

La trama di per se è semplice: Hannah Baker, 17 anni, è da poco arrivata in città, ma non riesce a legare veramente con nessuno. Anzi, si ritrova vittima di cattiverie - più o meno gravi - che la portano a decidere di togliersi la vita. Prima di tagliarsi le vene, decide di "farla pagare" a tutti coloro che reputa responsabili del suo dolore. E così registra 13 audiocassette dove racconta le 13 ragioni che l'hanno portata al suicidio. A chi vanno le cassette? Ad alcuni amici e compagni di scuola della ragazza [VIDEO]: Clay Jensen, Jessica Davis, Alex Standall, Bryce Walker e altri.

Come precisa la stessa Hannah: "Se state ascoltando questo nastro, significa che siete una delle ragioni per cui la mia vita finita.”