Cefalù - Martedì pomeriggio, Lorenzo Tonelli, difensore del Napoli, e Claudia Manzella, splendida modella siciliana, hanno coronato il loro sogno d'amore, sposandosi nel Duomo di Cefalù. Lorenzo e Claudia, che lo scorso anno sono diventati genitori di Matia, hanno convolato a nozze dopo un fidanzamento di circa 2 anni. La proposta di matrimonio era arrivata, inaspettata, lo scorso 29 settembre, in occasione del battesimo del figlio.

Alla cerimonia erano presenti anche alcuni colleghi del calciatore azzurro, accompagnati dalle rispettive mogli e fidanzate (sono stati avvistati Mertens, Giaccherini, Pavoletti, Reina, Maggio e Riccardo Saponara).

Quando la sposa ha fatto il suo ingresso in chiesa, però, non sono mancate le polemiche. Vediamo cos'è successo.

Sposa scollata...sposa rimproverata

Le nozze di Lorenzo Tonelli e di Claudia Manzella sono state, a detta degli invitati, un vero e proprio matrimonio da favola, con poco da invidiare al royal wedding di Harry e Meghan: alla cerimonia è seguito uno splendido ricevimento in una bellissima villa "vista mare". Peccato, però, che il giorno più bello della coppia sia stato "rovinato" dal rimprovero del nuovo vescovo di Cefalù, Giuseppe Marciante. L'alto prelato, che non ha presenziato alla cerimonia in quanto impegnato a Roma in una conferenza CEI, informato di quanto accaduto ha, infatti, criticato aspramente l'ampia e vistosa scollatura dell'abito da sposa della modella palermitana, e la presenza non autorizzata di un carretto che distribuiva granite e bibite proprio sul sagrato della chiesa.

Il vescovo Marciante, in una nota, ha lasciato intendere di non essere intenzionato a soprassedere, e ha fatto sapere che valuterà se prendere o meno adeguati provvedimenti. Non è escluso, dunque, che Lorenzo Tonelli e consorte possano essere presto soggetti ad un'aspra sanzione.

Il regolamento del Duomo

La Basilica Cattedrale della Trasfigurazione di Cefalù, meglio conosciuta come Duomo, dal 2015 è considerata Patrimonio dell'umanità dall'Unesco.

Proprio per tutelarla e preservarne il decoro, è in vigore un rigido regolamento.

Tuttavia, il regolamento del Duomo, durante le nozze di Tonelli, sarebbe stato disatteso, ed ora si farà chiarezza sulla questione, individuando anche i presunti responsabili. Probabilmente la vigilanza, quel giorno, è stata insufficiente: per buona parte del pomeriggio, infatti, non è stato rispettato il divieto d'ingresso, e nessuno è intervenuto sul carretto delle granite posto all'esterno della chiesa.