Bissare il successo della scorsa edizione del Festival di Sanremo sarà difficile, ma il direttore artistico Claudio Baglioni, chiamato per il secondo anno di seguito ad occuparsi della rassegna, sembra avere le idee chiare. Ha già fatto molto discutere la sua decisione di sdoppiare la manifestazione, con una settimana subito prima di Natale interamente dedicata alle nuove proposte. Sanremo Giovani, questo il nome della nuova kermesse che si terrà in due serate (il 20 e il 21 dicembre) da cui usciranno i nomi dei due vincitori che, a febbraio, saranno in gara tra i Big con dei brani inediti.

Dopo aver rivoluzionato il meccanismo della competizione, adesso Baglioni sta cercando i nuovi compagni d'avventura: in cima ai suoi desideri ci sarebbero Beppe Fiorello e Paola Cortellesi.

Si cercano i sostituti di Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker

La scelta dei conduttori delle cinque serate che si dipaneranno tra il 5 e il 9 febbraio 2019, è davvero cruciale. Durante l'ultima edizione del Festival di Sanremo, il terzetto formato da Baglioni, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino è risultato molto gradito al pubblico, che ha seguito numeroso la kermesse canora (vista, in media, da 10.869.000 spettatori con il 52,16% di share). Dunque, il cantautore romano non può permettersi di sbagliare: scartata l'ipotesi di riproporre lo stesso trio di conduttori per il secondo anno consecutivo, si stanno cercando dei personaggi di pari valore artistico.

Secondo le indiscrezioni raccolte da Giuseppe Candela de "Il Fatto Quotidiano", ci sarebbero i nomi di Beppe Fiorello e Paola Cortellesi in cima alla lista dei desideri del "dittatore artistico": due personaggi popolari e amati, noti per la loro poliedricità di attori e cantanti, che già in passato hanno calcato il palcoscenico dell'Ariston.

Le esperienze passate di Paola Cortellesi e Beppe Fiorello a Sanremo

Paola Cortellesi è stata nel cast della sfortunata edizione condotta da Simona Ventura nel 2004, caratterizzata dal boicottaggio delle case discografiche che costrinse gli organizzatori ad eliminare la distinzione tra "Giovani" e "Big". Nel corso dei cinque appuntamenti furono proposti diversi personaggi che si esibirono spesso con dei brani musicali.

Anche Beppe Fiorello è stato spesso ospite del Festival per promuovere le sue fiction: resta memorabile la sua partecipazione nel 2013 al Sanremo di Fabio Fazio, quando regalò al pubblico un mini-concerto di canzoni di Domenico Modugno, personaggio da lui interpretato nella miniserie "Volare".

L'attore siciliano, intervistato da "Il Secolo XIX", si è mostrato possibilista circa un suo ritorno da conduttore, ammettendo che sarebbe un onore lavorare con Claudio Baglioni, pur aggiungendo che si tratta comunque di "un discorso complicato". Del resto, mancano ancora diversi mesi alla rassegna, ed i nomi in corsa sono diversi.

Alcuni ricorrono puntualmente ogni anno, come quello dell'attrice ex Miss Italia Miriam Leone che, secondo il settimanale "Oggi", vivrebbe come un sogno l'eventuale chiamata del direttore artistico.

Tuttavia, Baglioni sembra avere già le idee molto chiare sulle sue preferenze.

Segui la pagina Festival Sanremo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!