"Sei andato a letto con delle minorenni". Sono accuse gravissime quelle mosse da parte di Warguta nei confronti di Laioung, che nelle ultime ore stanno animando le cronache del Rap web. Il rapper simbolo della 'Sultan Equipe' si è scagliato duramente contro il suo ex amico e collaboratore, accusandolo di aver picchiato un transgender – al quale avrebbe dovuto dei soldi – ma anche e soprattutto di aver avuto ripetuti incontri intimi con delle ragazze minorenni, di età compresa tra i 15 e i 16 anni. Circostanza quest'ultima che, qualora venisse mai assodata, potrebbe creare non pochi problemi al rapper e producer che nel 2017 è arrivato addirittura a collaborare con Fabri Fibra nel brano 'Dipinto di Blu'.

Il video di Isi Noice

Tutto è iniziato nel pomeriggio di ieri quando Isi Noice – artista che dal 2014 al 2017 ha collaborato in maniera a dir poco intensa e proficua con Laioung, con il quale aveva addirittura fondato un collettivo, la 'RRR Mob' – ha iniziato a rivolgere insulti pubblici al suo ex amico [VIDEO], accusandolo sostanzialmente di essere una persona falsa e ingrata. Queste le parole di Isi Noice: "Io non mi vergogno di dormire a terra con i miei fratelli, al posto tuo, che hai rinnegato i tuoi fratelli per girare con i figli di papà. Dici che sei realizzato, ma cosa hai realizzato? Stai zitto. [...] Se hai qualcosa da dire dillo sulla musica, come ho fatto io".

Le accuse di Warguta

Ben più gravi invece le accuse mosse qualche ora dopo da Warguta, il quale, dopo aver condiviso sul suo profilo le video dichiarazioni di Isi Noice, ha iniziato a pubblicare gli screenshot e le registrazioni audio delle presunte testimonianze delle ragazze minorenni, che, secondo il suo punto di vista, inchioderebbero Laoiung.

L'artista ha anche accusato l'ex amico di aver preso a botte un travestito al quale doveva dei soldi.

Queste le parole di Warguta: "Io fossi in te farei il vago, sembra che il tra*s che hai picchiato perché non volevi pagarlo ha un video, quindi occhio. [...] Ricordati di quando ti ho ospitato mentre ero agli arresti domiciliari, per ospitare te ho rischiato di tornare in galera. Comunque, tante ragazzine mi stanno scrivendo, qua la cosa è seria: tu sei un pervertito, non puoi sfruttare la tua fama per questo. Se una di queste ragazze fosse stata mia figlia o mia sorella io ti killavo, ma veramente, vergognati. Poi queste erano anche ragazze problematiche, e tu le invitavi a casa tua. [...] Invito tutte le ragazzine a farsi avanti e non aver paura di questo sc****one, perché non fa paura a nessuno [VIDEO], è un pedofilo, segnalatelo".