Un passato che senza dubbio avrà permesso alla giovane attrice, Ludovica Nasti, di maturare e di crescere anticipatamente rispetto ai suoi coetanei, vista la malattia che l'ha colpita e che come una guerriera è riuscita a sconfiggere a soli dodici anni. La famosa e giovanissima attrice della fiction a puntate L'amica geniale, di Saverio Costanzo e tratta dal best seller di Elena Ferrante, secondo quanto riferito dal quotidiano La Repubblica, intervistata nel corso della trasmissione televisiva in onda su Rai 1, 'Vieni da me', condotta da Caterina Balivo, ha raccontato del suo passato da bambina malata di leucemia. Fortunatamente, però, nonostante la sua piccola stazza, ha dimostrato una grande forza riuscendo a sconfiggere questo brutto male che la affliggeva.

La giovane attrice Ludovica Nasti racconta la sua malattia

La giovanissima Ludovica Nasti è originaria di Pozzuoli, noto comune della provincia di Napoli, ha voluto parlare del suo passato assieme alla madre. A colpire l'attrice, selezionata tra ben 9000 ragazzine per interpretare il ruolo di Lila Cerullo nella fiction, è stata una forma di leucemia linfoblastica, che si è presentata quando la piccola Ludovica aveva appena cinque anni.

Una battaglia durata dieci anni, che l'ha costretta a sottoporsi a delicate cure mediche affiancata sempre dall'amore della sua famiglia. La madre ha spiegato di non aver mai voluto parlare di leucemia, definendo la malattia della piccola Ludovica come un percorso. Continuando ha confessato di aver imparato molto dalla propria bambina, di aver sofferto molto e di aver avuto molta paura. La famiglia, però, è riuscita ad andare avanti proprio grazie al coraggio che la piccola è riuscita a dare ai suoi genitori e ai suoi fratelli.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie TV

'Prima di diventare attrice, sognavo di giocare a calcio o di ballare'

La madre di Ludovica Nasti ha poi proseguito l'intervista dichiarando di non avere più paura di niente, anche perché la bambina ha lottato come una vera e propria guerriera, superando anche diversi esami molto dolorosi. 'Bisogna essere grati alla vita anche soltanto perché apriamo gli occhi tutte le mattine, perché tutto il resto si risolve'.

Tornando alla piccola attrice, invece, ha confessato di essersi molto arrabbiata quando ha saputo che avrebbe dovuto tagliare i suoi capelli e che prima di diventare attrice avrebbe voluto fare tanto la calciatrice oppure la ballerina di hip hop.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto