Thelma Fardìn ha avuto il coraggio di denunciare ina violenza, subita all’età di 16 anni.

La ragazza è nota per aver recitato il ruolo di Giusy nella serie Il mondo di Patty. Soltanto 9 anni dopo lo spiacevole episodio, la ragazza ha trovato il coraggio di raccontare la sua verità. Attraverso un videomessaggio pubblicato su YouTube, la giovane attrice, ancora molto scossa, ha ripercorso i momenti di quella notte. Tra le lacrime, Thelma ha raccontato ai suoi fan quanto accaduto nella camera dell’hotel in cui alloggiava: “Mi aveva iniziato a baciare sul collo, nonostante io non volessi.

Mi disse che gli facevo un grande effetto e mi chiese un rapporto orale. Quando io mi rifiutai, mi buttò sul letto e mi tolse i pantaloncini. Gli intimai di fermarsi dicendole che avevo la stessa età dei suoi figli, ma senza esitare continuò”. La giovane si salvò da un epilogo ancora più drammatico soltanto perché una ragazza bussò alla porta e così Thelma riuscì a fuggire dalla stanza.

Con queste parole, la Fardìn ha accusato di violenza il suo collega Juan Dhartes. L’uomo in questione è molto conosciuto nel mondo del cinema argentino e, nella serie per ragazzi, interpretava allora il ruolo di Leandro. L’attore accusato era l’unico ad avere 46 anni, le altre attrici erano quasi tutte minorenni.

Darthes abusò della sua collega durante una pausa dal set cinematografico. Prima di Thelma, anche altre ragazze hanno denunciato di essere state molestate da Juan, per questo per ‘Giusy’ si è riaperta la ferita: “Ho provato negli anni a cancellare quanto accaduto, ma ora è tornato tutto a galla.”

L’appello del Collettivo Argentino

La denuncia della giovane star de Il mondo di Patty, non è passata assolutamente inascoltata.

In seguito al videomessaggio pubblicato in rete da parte di Thelma Fardín, sono arrivate le prime reazioni e polemiche in merito alla vicenda. L’accusa di violenza della giovane attrice ha scosso l’intero mondo del cinema poiché è la prima volta che viene affrontato un argomento del genere nella nazione sudamericana. In questi giorni, proprio in Argentina, secondo quanto riportato da un’inchiesta, il 66% delle attrici intervistate ha confessato di aver subito molestie o violenze proprio sul set cinematografico.

A tal proposito, dopo aver mostrato il video, si è espresso anche il Collettivo Argentino, attraverso un comunicato: "Ormai è una regola non l'eccezione. Chi denunciamo adesso? Diciamo basta perché il tempo dell'impunità di chi abusa deve terminare".