Nuove rivelazioni sul caso di Marco Caltagirone provengono da un nome autorevole del mondo giuridico: l'avvocato Carlo Taormina. Il professionista ha raccontato i motivi che l'hanno spinto a revocare il mandato conferitogli dalla sua ex cliente, la diva del Bagaglino Pamela Prati. La showgirl, stando al racconto dell'avvocato, si sarebbe presentata nel suo studio in compagnia di Pamela Perricciolo ed Eliana Michelazzo. Quest'ultima, come ricorda il legale, sarebbe rimasta giù, preferendo non salire.

Le due donne avrebbero raccontato a Taormina di aver subito delle minacce con l'acido e, in tale circostanza, la Perricciolo avrebbe anche mostrato il braccio fasciato. 'Io, francamente, tutto ho potuto pensare tranne che fosse stata aggredita con l' acido', ha confessato il legale nel corso di un'intervista durante il programma 'Iceberg Lombardia'. Le due donne, secondo la testimonianza del penalista, avrebbero voluto che fosse proprio Carlo Taormina ad occuparsi del caso, necessitando di un professionista di spessore.

Il legale, nonostante la richiesta, ha però deciso di rimettere il mandato, iniziando a sentire puzza di bruciato. Inoltre, la Prati e le agenti avrebbero chiesto al professionista di reggere il gioco, presentandosi da Barbara D'Urso per confermare l'esistenza del fantomatico Caltagirone, proposta non accolta di buon grado dall'avvocato.

Secondo l'avvocato Taormina nessuna circonvenzione, Pamela è lucida

La testimonianza dell'avvocato Taormina ha ribaltato in un certo senso i punti fermi raggiunti in questi giorni relativamente al caso di Marco Caltagirone. Pamela Prati, intervistata da Silvia Toffanin, ha dichiarato di essere caduta in una trappola, avendo sempre creduto fermamente nell'esistenza del suo promesso sposo, pur non avendolo mai visto né sentito al telefono.

Secondo Carlo Taormina la donna non sarebbe così sprovveduta come potrebbe sembrare. Il legale ha dichiarato che la showgirl si sarebbe recata nel suo studio per delineare la strategia difensiva. 'Intendeva dirmi come mi sarei dovuto comportare', ha aggiunto il penalista, affermando che a lui Pamela Prati è parsa 'molto lucida e determinata' al punto tale da non poter prefigurare un'ipotetica circonvenzione di incapace. Ma c'è di più, in quanto il legale ha affermato di aver messo in guardia la diva del Bagaglino, dicendole che sarebbe andata incontro a una 'truffa consumata' qualora avesse confermato l'esclusiva del suo matrimonio, in caso di inesistenza dello stesso.

Nonostante ciò, la macchina dei finti partner si è messa in moto ugualmente, mietendo diverse vittime nel mondo dello spettacolo.

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la pagina Barbara D'Urso
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!