Uno degli attori rivelazione degli ultimi anni è sicuramente Alessandro Borghi che ha conquistato letteralmente il pubblico italiano con la magistrale interpretazione del giovane stefano Cucchi nella pellicola 'Sulla mia pelle'. Un attore poliedrico e di grande spessore che ha saputo conquistare un pubblico poliedrico al punto da essere anche uno dei protagonisti dell'ultima edizione del Giffoni Film Festival, dove l'attore si è raccontato 'senza filtri' lasciandosi andare a delle rivelazioni importanti riguardanti la sua sessualità che non sono passate affatto inosservate.

La confessione che spiazza: 'I maschi? Forse mi piacciono'

Nel corso di una chiacchierata che Alessandro Borghi ha fatto al Giffoni Festival con l'amico e collega Giacomo Ferrara, che abbiamo visto nei panni di Spadino della serie tv Suburra, ha rivelato di non aver alcun tipo di problema nel dire che potrebbero piacergli anche gli uomini.

'Forse mi piacciono anche i maschi' ha dichiarato l'attore di Napoli Velata, aggiungendo che non ha mai fatto fatica ad amare un suo amico e che spesse volte gli capita, che dopo aver bevuto due vodka lemon, di baciarsi anche con dei suoi amici maschi.

L'attore, poi, ha aggiunto di non aver mai messo il concetto di amore su due piani diversi e quindi di non essersi mai limitato a fare delle distinzioni da questo punto di vista. 'Diciamo che io sono molto fisico', ha proseguito Borghi nel corso della sua intervista-chiacchierata fatta al Giffoni Festival.

Dichiarazioni che ovviamente hanno fatto subito il giro del web e della rete, dato che si tratta della prima volta in assoluto che Borghi si lascia andare a delle considerazioni del tipo sul suo orientamento sessuale.

L'attacco di Borghi contro i social network

Nel corso del suo intervento, inoltre, l'attore ha parlato anche dei social network e dell'utilizzo attuale che ne fanno soprattutto i giovani, rivelando che ad oggi non si sente di demonizzarli tutti, anche se ritiene che i ragazzi abbiano un problema che si chiama 'Facebook'.

Borghi, infatti, sostiene che il 'social per eccellenza', abbia definitivamente eliminato il contatto tra le persone, dato che se prima per dire ad una persona che era un 'cretino', dovevi avere il coraggio di affrontarlo a viso aperto, oggi tutti possono farlo, nascondendosi dietro una tastiera e lo schermo di uno smartphone oppure di un computer.

'Sono diventati tutti supereroi', ha dichiarato l'attore che nel frattempo dal palco del Giffoni Festival ha annunciato la terza stagione di Suburra, la serie di successo visibile su Netflix ma trasmessa anche in televisione su Rai 2.