Ieri sera prima puntata di Che tempo che fa: nel corso della trasmissione è rimasto centrale il tema dell'accoglienza, con ospiti come Gino Strada, Michela Murgia e Pier Luigi Bersani. Siparietto anche di Luciana Littizzetto sulla fine del governo tra M5s e Lega, con una divertente imitazione di Maria Stella Gelmini e Anna Maria Bernini di Forza Italia.

Lo sketch di Luciana Littizzetto

Nel corso della prima puntata di Che tempo che fa, momento molto importante è stato quello dello sketch di Luciana Littizzetto. La comica ha voluto raccontare l'estate Politica italiana, facendo l'imitazione di due politiche di Forza Italia, Anna Maria Bernini e l'ex ministro Maria Stella Gelmini

E non mancano anche i riferimenti all'ex titolare del Viminale Matteo Salvini, "l'unico politico" commenta Luciana "che si è trom...

da solo". E dopo, facendo vedere la foto dell'ex ministro in spiaggia commenta: "Qui era al terzo mojito e chiedeva pieni poteri".

E, anche nel duetto con Fabio Fazio non mancano i riferimenti al leader del Carroccio, quando il conduttore, complimentandosi per le scarpe di Luciana le chiede "Belle scarpe, ci vai al Papeete?". E poi Littizzetto rincara la dose, chiedendo se può mettere le cose via dal trolley, ora che Salvini, soprannominato "bacioni", non fa più parte del governo. E si riferisce ovviamente al cambio di rete, che ha fatto sì che il programma andasse in onda su RaiDue e non più su RaiUno come nella passata stagione.

Gli ospiti della prima puntata

Nella prima puntata del programma condotto da Fabio Fazio il tema centrale, nella Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, è quello dell'accoglienza e dei migranti: e Gino Strada, ospite in studio, ha parlato del tema a lui caro, quello dell'accoglienza.

Il fondatore di Emergency non è d'accordo in merito alla distinzione che si opera tra migranti economici e rifugiati richiedenti asilo politico. Nel mondo infatti sono 70 milioni le persone in fuga, e in Italia, ne arrivano circa ventitremila e chiede quindi di farla finita con "la propaganda politica dell'invasione".

Strada ha sottolineato come nei suoi venticinque anni di attività Emergency abbia "aiutato a casa loro" oltre dieci milioni di persone, spendendo, grazie anche alle donazioni di moltissimi italiani, quasi mezzo miliardo di euro.

All'inizio della puntata inoltre è intervenuta anche Michela Murgia, che ha voluto commentare il fenomeno degli insulti sessisti sui social "Questa idea che non ci sia un filtro tra la pancia e la bocca è un grande inganno" e aggiunge che si è unita alla campagna, sostenuta anche da Carola Rackete, in modo da denunciare quanti si nascondono dietro ad uno schermo per ricoprirla di offese ed ingiurie.

Secondo la scrittrice infatti tutte quelle donne che nella storia non hanno voluto rispettare le regole, oggi sarebbero bersagliate di insulti sui social network.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Matteo Salvini
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!