Sabrina Ghio è l'ospite della settima puntata di Rivelo insieme al fotoreporter Alan Fiordelmondo. Il programma va in onda ogni giovedì in prima serata su Real Time ed è condotto da Lorella Boccia. L'ex ballerina di Amici ha parlato della depressione, dell'abbandono del padre e dei pregiudizi con i quali ha dovuto fare i conti. Al termine dell'intervista rivela alla conduttrice di aver dato parecchi due di picche nel corso della sua carriera, in particolare a Christian Vieri e Silvio Muccino.

Sabrina Ghio sulla gravidanza: 'È stata molto difficile, il mio ex compagno non mi sosteneva'

'Cosa rappresenta per te tua figlia Penelope?', chiede la Boccia. 'Penny è nata sei anni fa. È stata una gravidanza un po' pesante perché andava tutto male. Non avevo accanto il sostegno di cui avevo bisogno'. Il suo compagno ai tempi era Federico Manzolli, con cui è stata sposata alcuni anni e da cui ha avuto una splendida bambina. La Ghio confessa di aver passato un periodo molto difficile: 'Ero fragile, insicura, confusa.

Avevo 28 anni e tante paure. Il mio compagno non mi capiva, ero insoddisfatta e infelice, ma non ne parlavo né con mia mamma né con le mie amiche. Federico aveva altro per la testa. Nel corso degli anni sono venuta a conoscenza di tradimenti da parte sua. Ora, dopo tantissimi anni, abbiamo un rapporto sereno. In generale non mi fido delle persone, penso sempre che ci sia la fregatura dietro l'angolo'.

Sabrina Ghio: 'Mio papà mi ha abbandonata, non abbiamo un rapporto'

Sabrina è stata abbandonata dal padre quando era piccola e con lui non è mai riuscita ad instaurare un rapporto vero e proprio: 'Io ho bisogno d'amore', confessa tra le lacrime. 'Mio papà mi ha abbandonata perché probabilmente aveva altre priorità in quel periodo. Il giorno in cui è nata Penny abbiamo riallacciato un po' i rapporti, ma non ne abbiamo uno vero e proprio.

Lui imponeva alcune cose, per carattere, mentre io avevo solo bisogno di un padre'.

Sabrina Ghio: 'Cercavo di essere forte per Penny, ma la notte piangevo'

'Cosa significa essere una mamma single?', chiede la conduttrice. 'Sono andata in analisi in questo. Avevo paura dei pregiudizi. Sono stata vittima di questi pregiudizi in amore e anche sul lavoro. Sono stata depressa e la mia unica forza era Penelope. Grazie a lei ho trovato la forza. Ero forte per lei durante il giorno, ma quando lei si addormentava io mi abbandonavo in pianti lunghi una notte. E quando finalmente mi sedevo pensavo a quando avessi mangiato l'ultima volta.

Ero uno straccio, ho sofferto moltissimo'.

Ora vive una bellissima storia d'amore con Carlo Negri, più giovane di lei di 6 anni: 'Carlo è il mio compagno, spero di vita. Vorrei invecchiare insieme a lui'. Alla domanda della Boccia se la figlia Penny mostrasse la voglia di vedere i genitori di nuovo insieme risponde: 'Penny non mi ha mai chiesto di tornare insieme al papà, perché non ha un ricordo di me e il papà insieme. Per lei siamo due entità separate. Adesso siamo una famiglia allargata e spesso siamo a cena o in vacanza tutti insieme'.

Sabrina al provino per Amici: 'Maria scoprì che non avevo 18 anni'

Sabrina - seconda classificata ad Amici nella categoria ballo - ha raccontato un aneddoto divertente sul suo primo provino: 'A 17 anni mi sono alzata per andare a scuola, ma invece sono andata a fare il provino per Amici. Ho compilato il modulo scrivendo che avevo 18 anni. Maria De Filippi ad un certo punto ha bloccato la musica e mi ha chiesto quanti anni avessi. Alle sue insistenze ho dovuto dire la verità e Maria mi disse di chiamare mia mamma e di farla venire. Mia mamma non sapeva niente, era a firmare il divorzio con mio padre.

Mi sentivo troppo in colpa'. E aggiunge: 'Dopo Amici ho lavorato 2 anni in teatro con un musical, poi ho vinto Reality Circus, dopodiché mi sono reinventata sul web. Ho comprato all'ingrosso dei vestiti e ho iniziato a postare dei look sui social. Per un periodo sono andata avanti con questo. Vendevo sull'e-commerce di nome BriShop cose che costavano pochissimo ad un prezzo più alto'. Sul lavoro di influencer dichiara: 'Io oggi lavoro con i social, sono indipendente grazie a questo. Difficilmente mi svendo, non sponsorizzo cose che non amo'.

Sabrina Ghio su Francesco Chiofalo e Antonella Fiordelisi: 'Morti di fama'

Sulle critiche per la forte esposizione sui social della figlia Penelope risponde: 'Ci sta, ma io e lei viviamo in simbiosi. È il prolungamento di me stessa. Non mi feriscono le critiche perché quella sono io. Sarebbe impossibile non fare vedere Penny nelle mie storie o nelle mie foto'.

'Sui social c'è un limite?', le chiede la Boccia. 'Sì, c'è. Il limite è quello di preservare la nostra natura, il privato. Alcuni ci marciano sopra come Francesco Chiofalo e Antonella Fiordelisi. Sono dei morti di fama. Non li accuso, semplicemente mi stupisco perché io non mi metterei mai a piangere con un filtro.

Questo è essere mercenari'.

Sabrina Ghio rivela: 'Ho dato due di picche a Christian Vieri e a Silvio Muccino'

Sabrina Ghio rivela di aver dato due di picche a destra e manca nel corso della sua carriera: 'Tanti anni fa Christian Vieri mi invitò a Miami ed è stato un due di picche. Tante al mio posto sarebbero andate di corsa. Viviamo in un mondo in cui tutti arrivano per altri meriti, perché accettano compromessi con persone di potere'. E aggiunge: 'Quando lavoravo in teatro mi arrivò un mazzo di rose rosse da parte di Silvio Muccino. Neanche lì fui furba. Mi invitò a prendere una cosa da bere e io andai portandomi tutti i miei amici gay.

Ci fu un corteggiamento da parte sua a cui io non ho mai ceduto. Aveva provato a baciarmi a Genova, ma lo avevo rifiutato e lui mi aveva lasciata lì. Si era arrabbiato parecchio'.

Segui la nostra pagina Facebook!