È marchigiano lo stilista Nicolò Cerioni, l'uomo che ha vestito e scelto i look del cantante Achille Lauro nelle serate dell'ultima edizione del Festival Sanremo. Look che hanno monopolizzato, in positivo e in negativo, la discussione attorno al festival. Provocatori, eccessivi e istrionici, gli abiti di Lauro hanno tenuto banco nelle discussioni social, e non hanno ancora finito di far parlare. Ma a pensarli è stato Nicolò Cerioni, nato nella provincia anconetana a Chiaravalle e vissuto tra Senigallia, Monte San Vito e Jesi, prima di prendere l'aereo e partire per New York.

Da Ancona a Sanremo, passando per New York e Milano

Cerioni, nato nel 1983, ormai da diversi anni vive e lavora a Milano, dove ha completato gli studi allo IED (Istituto Europeo di Design) e ha fondato la sua agenzia di Moda, Sugarkane. Nel 2008 la grande occasione: l'ingresso nel team di styling di Mtv Italia gli ha permesso di collaborare con diversi programmi televisivi e raggiungere le case discografiche maggiori come Sony, Emi e Universal. Quest'anno ha vestito diversi concorrenti di Sanremo, tra cui Rancore e Nigiotti.

Ma il più iconico è sicuramente stato Achille Lauro.

I look di Achille Lauro a Sanremo

San Francesco che si spoglia dei propri averi (e resta solo con una tutina dorata e glitterata). Ziggy Stardust, personaggio ideato dal camaleontico e compianto David Bowie. La Divina Marchesa Luisa Casati Stampa e la gran chiusura della serata finale con un abito ispirato da Regina Elisabetta I Tudor. Nicolò Cerioni descrive i look di Lauro come più di semplici travestimenti.

Con il suo team di creativi ha ideato storie da indossare. Per lui fare in modo che Achille Lauro portasse sul palco la Marchesa è stata quasi una lotta, per via delle leggendarie performance. Ma, così facendo, quell'arte sarebbe diventata alla portata di tutti. Inoltre, per Cerioni, vi è molta affinità tra Lauro e la Marchesa: arte e contraddizione si fondono in entrambi.

Il mix che ha portato alla ribalta Achille Lauro

Le visioni di Nicolò Cerioni hanno portato Achille Lauro in prima linea nella mente degli spettatori, rendendo le sue performance memorabili. Parla di notti insonni e riunioni creative, ringrazia tutto il suo staff e il manager Angelo Calculli che ha permesso alla fantasia di diventare realtà, e di come quei look fossero una sfida, l'emblema della lotta per essere liberi e non appartenenti a un'etichetta precisa. Inclassificabili per uscire dalla zona di comfort e dalle proprie convinzioni.

Achille Lauro si rende memorabile per l'abbigliamento

Secondo la critica televisiva, comunque, Achille Lauro ha trovato il modo di far parlare di sé.

Con una canzone dai più vista piuttosto scialba e a dir di molti anche inferiore a quella dell'anno scorso, 'Rolls Royce', ha sfruttato al massimo la propria immagine per diventare indimenticabile. Il responso starà alle radio e ai dati di ascolto degli streaming, ma certo è che il nome, in un modo o nell'altro, ormai lo conoscono proprio tutti.

Segui la nostra pagina Facebook!