Il veleno si sa sta in coda, ecco che prima di lasciare il timone de La vita in diretta la nota conduttrice tv Lorella Cuccarini ha deciso di togliersi un sassolino dalla scarpa. Nella mail di saluti allo staff del programma, la showgirl ha infatti dipinto il collega Alberto Matano come una persona falsa, maschilista e con un ego smisurato. Pur non facendo mai il nome di Matano il riferimento a lui appare palese come riportato anche da Il Corriere della Sera.

I rumors degli ultimi tempi hanno dunque trovato conferma: dopo un anno alla conduzione de La vita in diretta Lorella Cuccarini ha dovuto lasciare il timone.

La conduttrice sarebbe stata rimossa dall’incarico per motivi politici e per alcuni dissapori con Alberto Matano.

La mail della discordia

Venerdì 26 giugno su Rai 1 è andata in onda l’ultima puntata de La vita in diretta. Poche ore dopo la fine del programma, Leggo.it ha lanciato una pesante indiscrezione sui due conduttori. Scendendo nel dettaglio, Lorella Cuccarini avrebbe infatti inviato una mail allo staff del programma.

La conduttrice ha ringraziato tutti per l'esperienza vissuta e ammesso di non avere mai condotto una trasmissione così pesante, "una macchina infernale" con la pandemia in atto a rendere le cose ancora più complesse. In chiusura Cuccarini ha lanciato però una stoccata al collega Alberto Matano che sarebbe stato promosso conduttore in solitaria: “C’è una prima volta alla quale non era preparata: il confronto con l’ego smisurato e sì, diciamolo pure, con l’insospettabile maschilismo di un collega di lavoro”.

Secondo Lorella Cuccarini gli attestati di stima rinnovati frequentemente dal giornalista erano solo di facciata: “Falso”.

I telespettatori della puntata finale de La vita in diretta hanno sicuramente avuto modo di notare il gelo tra i due colleghi. Al contrario di quanto avvenuto con i saluti di Roberto Poletti e Valentina Bisti a Unomattina, il duo Cuccarini-Matano ha infatti concluso la stagione con una vena polemica, che è destinata a lasciare numerosi strascichi.

Diaco si schiera con la Cuccarini, i colleghi del tg con Matano

Secondo le ricostruzioni riportate anche da Il Corriere della Sera, dietro al cambio di conduzione ci sarebbero dei motivi politici: Cuccarini, vicina alla Lega, sarebbe stata estromessa, Matano, vicino al M5s, sarebbe stato promosso. Solo rumors ovviamente, nulla di più.

Venendo ai fatti fino a questo momento il duo Matano-Cuccarini ha preferito restare in silenzio dinanzi alle polemiche sorte nelle ultime ore. Al contrario l'allontanamento che ha coinvolto Lorella Cuccarini è stato commentato da alcuni colleghi della rete ammiraglia. Su Twitter Pierluigi Diaco ha augurato un futuro roseo alla conduttrice: “È una professionista che lavora con passione e correttezza”. Il noto giornalista Salvo Sottile invece non ha utilizzato mezzi termini per dire la sua sulla Cuccarini: “Usare l’alibi della politica per annacquare trent’anni di carriera lo trovo ingiusto”.

C'è chi però ha difeso a spada tratta Matano: "Ho condiviso non solo una minuscola stanza con Alberto Matano ma anni di conquiste e crescite professionali e di vita.

Definirlo maschilista da ego sfrenato fa un torto a chi lo pensa e lo scrive", spiega Emma D’Aquino che ha lavorato al Tg1 per tanti anni con Matano. Sulla stessa scia il commento della collega Costanza Crescimbeni: “Siamo nel regno dell’assurdo, le comiche”.

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!