Mercoledì 17 giugno, è ufficialmente cominciata la Maturità 2020, che quest'anno prevede la sola prova orale. E tra i neo maturandi, vi è anche Manuela Villa, così come lei stessa ha anticipato ai microfoni di Rtl 102.5. L'artista ha deciso di provare a conseguire la maturità a 56 anni, dopo avervi rinunciato in passato per via della paura provata al pensiero di sottoporsi all'interrogazione. Secondo Fanpage sono almeno 500mila gli studenti tornati oggi tra i banchi di Scuola, dopo il lockdown disposto per fronteggiare la pandemia.

Manuela Villa il 23 giugno alla prova d'esame

Raccontandosi a Rtl.102.5 Manuela Villa ha annunciato che quest'anno sostiene l'esame di maturità, per il quale è prevista la sola discussione orale così, come stabilito dal Ministero dell'Istruzione.

Nel suo intervento ha, inoltre, indicato la data in cui dovrà sostenere la sua prova orale, il prossimo 23 giugno. A spingerla a sottoporsi all'esame è stata la sua voglia di rivalsa, di riprendersi ciò che aveva lasciato in sospeso per via della paura di allora di sostenere la prova orale. "Voglio rimettermi in gioco"; ha aggiunto, per poi non nascondere di aver maturato negli ultimi giorni comunque della tensione per il suo imminente esame. "Sono emozionata come tanti ragazzi. Sto vivendo l’ebrezza e la paura in una situazione paradossale, ma forte e unica", ha sottolineato. Ai tempi in cui si rifiutò di sostenere l'esame di maturità, la cantante capitolina frequentava l'Istituto Roberto Rossellini di Roma. E solo l'anno scorso è emersa la sua voglia di conseguire la maturità, a distanza di diversi anni dalla resa.

L'insegnamento impartito dalla cantante al figlio

Nella sua intervista, Manuela Villa ha anche detto di aver raccontato del suo imminente esame al figlio che ha sedici anni. L'artista ha consigliato al giovane di studiare, di non rimandare mai al futuro come fece lei a suo tempo con la sua maturità, "di impazzire dietro ai libri" proprio come lei sta facendo adesso.

Ha poi commentato le novità della Maturità 2020 e, in particolare, ha dichiarato che seppur trattandosi di una sola prova, quest'anno all'orale sarà, a detta sua, facile per le commissioni esaminatrici capire se uno studente sia preparato o impreparato.

Le novità dell'esame di Maturità 2020

A differenza di come avveniva in passato la maturità 2020 prevede una sola prova.

Quella della discussione orale, che è divisa in cinque parti. Il maxi-colloquio orale avrà la durata di un'ora e le commissioni preposte per le sessioni di esame quest'anno sono formate da membri interni tranne il presidente di commissione, che è esterno. Ma quest'ultime non sono le sole novità della maturità 2020. I maturandi così come i commissari dovranno rispettare le misure antivirus previste dal protocollo stabilito dal Comitato tecnico scientifico preposto dal Governo per prevenire la diffusione del coronavirus. Pertanto, sia i maturandi sia i commissari dovranno tenere sempre la mascherina in viso, igienizzare le mani e presentare l'autocertificazione all'ingresso di ogni scuola che attesti che non si abbia avuto la febbre nell'arco dei tre giorni precedenti la data dell'esame.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!