La diciassettesima stagione di Grey's Anatomy, come ormai risaputo, debutterà giovedì 12 novembre. Per questa data la ABC trasmetterà, infatti, uno speciale che porterà in scena i primi due episodi della nuova edizione. Sebbene manchi più di un mese e mezzo al rilascio della season premiere, molti sono gli spoiler e le anticipazioni che hanno iniziato a circolare sul web. In particolare, nelle scorse ore, la showrunner del medical drama ha rilasciato un'interessante intervista ai microfoni di Entertainment Weekly, nella quale ha svelato qualche particolare in più sulla linea narrativa.

La showrunner di Grey's Anatomy anticipa la presenza di due linee narrative per la stagione 17

La sedicesima stagione di Grey's Anatomy, come noto ai più affezionati telespettatori, si è conclusa con ben quattro puntate in meno rispetto a quanto previsto inizialmente dagli sceneggiatori. A causa della pandemia da coronavirus, infatti, la produzione è stata costretta a bloccare la realizzazione delle nuove puntate. A far chiarezza sul destino delle storyline già pianificate, ma mai trasmesse, è intervenuta Krista Vernoff. La showrunner ha infatti specificato che la nuova stagione del medical drama seguirà due linee narrative differenti: la prima racconterà gli avvenimenti immediatamente successivi al finale della scorsa edizione, la seconda invece sarà ambientata circa un mese e mezzo dopo e narrerà le vicende dei più famosi medici di Seattle alle prese con le conseguenze dell'emergenza sanitaria.

Ecco le parole della sceneggiatrice a tal proposito: "La diciassettesima stagione proporrà due linee temporali, una che mostrerà gli eventi accaduti subito dopo il finale ed una che si svolgerà un paio di settimane dopo la diffusione del Covid-19."

Grey's Anatomy 17, Krista Vernoff anticipa: 'La pandemia sarà fortemente radicata nella nuova stagione'

Come chiarito da Krista Vernoff, la diciassettesima stagione di Grey's Anatomy baserà gran parte della sua trama sulla pandemia da coronavirus.

Una scelta che l'erede di Shonda Rhimes ha voluto spiegare con dovizia di particolari. Intercettata dai microfoni di Entertainment Weekly, la sceneggiatrice ha lasciato intendere che dedicare solamente pochi episodi alle conseguenze dell'emergenza sanitaria avrebbe fortemente limitato la possibilità di raccontare le reali ripercussioni che l'epidemia ha causato.

Queste le parole di Krista Vernoff a tal proposito: "Penso che quando il mondo si è chiuso in lockdown tutti noi abbiamo sperato che fosse - metaforicamente parlando - solo per la durata di un episodio o per due parti di una puntata. Nonostante ciò, sei mesi dopo, non ci è ancora permesso di riabbracciare i nostri cari. È per questo che la pandemia sarà fortemente radicata nella nuova stagione".

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la pagina Anticipazioni Tv
Segui
Segui la pagina Grey's Anatomy
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!