Giorgio Marchesi ha rilasciato un'intervista a Il Fatto Quotidiano. L'attore ha spiegato perché nella terza stagione de L'Allieva il personaggio che interpretata è stato messo un po' ai margini. Inoltre, ha aperto alla possibilità di una quarta stagione. Cosa che invece, Sergio Assisi aveva escluso categoricamente.

Le parole di Marchesi

Giorgio Marchesi è entrato nel cast dell'Allieva lo scorso anno nel ruolo del Pm Sergio Einardi. Il suo ingresso aveva mandato in crisi il rapporto tra Alice Allevi e Claudio Conforti, visto che era nato una sorta di triangolo. Quest'anno il 46enne è apparso pochissime volte sul set.

A Il Fatto Quotidiano, l'attore ha spiegato come mai è stato messo ai margini: "Prima c'era la divisione tra chi tifava per il mio personaggio e chi per Conforti". Il diretto interessato ha confidato che le sue fan spesso gli chiedono il motivo di questo cambiamento. Domanda alla quale Marchesi ha risposto in tutta sincerità: "Lo scorso anno ero impegnato con uno spettacolo teatrale. Dunque, il mio ruolo è stato ridimensionato". Insomma, il ruolo del Pm Sergio Einardi è stato messo ai margini per via degli impegni di lavoro del 46enne.

Nel corso dell'intervista, Giorgio Marchesi ha parlato anche del futuro della serie televisiva. Mentre Sergio Assisi ha spoilerato che non ci sarà la quarta stagione de L'Allieva, l'attore bergamasco ha dato una speranza ai telespettatori: "Dipenderà molto dalle eventuali sceneggiature".

Tuttavia, Marchesi ha sottolineato che la fiction è incentrata sulle dinamiche di Alessandra Mastronardi e Lino Guanciale.

Infine, l'attore ha cercato di spiegare perché L'Allieva ha riscosso un grande successo. Secondo Giorgio, la serie televisiva è cresciuta anno dopo anno perché i personaggi si sono evoluti.

Ad esempio Alice Allevi da allieva è diventata una dottoressa di Medicina Legale. Il pubblico si è appassionato al percorso del personaggio e all'interprete stessa: "Diventi uno di famiglia per chi ti guarda da casa".

I progetti per il futuro

Giorgio Marchesi è diventato celebre grazie al personaggio di Marco in Un medico in famiglia.

L'attore originario di Bergamo ha vestito anche i panni di un altro Pm in "Oltre la soglia" al fianco di Gabriella Pession, ma la serie era stata spostata in seconda serata per gli ascolti piuttosto bassi.

Nel curriculum del 46enne c'è un'apparizione di pochi secondi nel terzo capitolo di Mission Impossibile. Inoltre, c'è un ruolo nella co-produzione internazionale I Medici. Nell'intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano, l'attore ha spiegato di avere fatto molti provini per Rai, Mediaset e Netflix. Infine, quando sarà possibile riprenderà la tournee teatrale dello spettacolo Mine Vaganti tratto dal film di Ferzan Ozptek.

Segui la nostra pagina Facebook!