Paola Ferrari ha rilasciato un’intervista al ‘Giornale attraverso la quale, oltre a parlare della sua vita e della sua carriera, ha anche espresso il suo pensiero riguardante Diletta Leotta. “Lei è ricchissima e famosissima, mica come me che ho fatto tanta fatica per così poco”, ha dichiarato la giornalista. Ferrari ha consigliato alla conduttrice Dazn: "Continui così, faccia un sacco di soldi e se li goda". Parole al vetriolo da parte della milanese nei confronti della siciliana secondo cui la presentatrice che sta a bordo campo non può rappresentare giornaliste quali Anna Billò, Giorgia Rossi o Simona Rolandi, ma solo sé stessa, o forse Belen Rodriguez.

Paola Ferrari: ‘Ho sempre considerato invece un affronto che qualcuno mi ascoltasse solo perché sono carina’

Nel corso di un’intervista, Paola Ferrari, storico volto di programmi come 'La Domenica Sportiva', ha utilizzato delle parole pungenti in riferimento a Diletta Leotta. La giornalista ha affermato che a Dazn lavora una donna in gamba e bella quale Veronica Diquattro. L’augurio della 60enne è che con quest’ultima i modelli femminili possano cambiare. Ritornando sulla catanese, la lombarda ha affermato che nel momento in cui vede ragazze che utilizzano il proprio corpo per divenire famose, si arrabbia. Ferrari ha aggiunto che però sbaglia, in quanto ognuno è libero di fare ciò che vuole. Paola ha sottolineato: “Ho sempre considerato invece un affronto che qualcuno mi ascoltasse solo perché sono carina”.

Ferrari: ‘Per me era inconcepibile avere love story con calciatori’

La giornalista sportiva che lavora in Rai ha evidenziato: “Per me era inconcepibile avere love story con calciatori”. Secondo la lombarda, se ciò fosse accaduto avrebbe finito con il perdere sua credibilità professionale che stava cercando di costruire in maniera faticosa.

Paola Ferrari ha aggiunto nella sua intervista al ‘Giornale’ che non era semplice sopportare i sorrisi ironici di coloro che nei terreni da gioco la potevano vedere come un’ochetta in cerca di gloria. Parlando della sua vita, Paola Ferrari ha affermato di essere andata via da casa quando era una ragazzina e per mantenersi doveva lavorare, sottolineando che non era semplice per lei vivere da sola.

La 60enne ha raccontato che in varie circostanze le tagliarono i fili della luce e del telefono e ha prestato il suo volto ad una famosa casa di cosmetici. Il padre e la madre non si sono occupati molto di lei, come ha evidenziato la stessa Paola, aggiungendo di aver rischiato in molte occasioni di prendere strade sbagliate. A salvare la giornalista sportiva è stato il suo carattere, oltre ad una buona stella.