Come già annunciato da giorni, Raoul Bova sostituirà come protagonista Terence Hill, nella serie di successo Don Matteo e interpreterà un nuovo personaggio, ossia Don Massimo. Il nuovo parroco prenderà le redini della tredicesima stagione e si scontrerà subito con il maresciallo Cecchini, interpretato da Nino Frassica, il quale non crederà alla buona fede di Don Massimo e penserà che l'uomo sia coinvolto con la scomparsa improvvisa di Don Matteo.

Nel dettaglio, Raoul Bova comparirà per la prima volta nella quinta puntata della nuova stagione e durante le riprese della stessa, l'attore ha rilasciato un'intervista al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, in visita sul set.

Raoul Bova: 'Cecchini sarà spiazzato dall'arrivo del nuovo parroco'

Raoul Bova, intervistato durante le riprese delle prime puntate della tredicesima stagione di Don Matteo, ha parlato del suo personaggio e ha confessato: "Cecchini sarà spiazzato dall'arrivo del nuovo parroco, ma i due impareranno ad apprezzarsi".

Poi ha aggiunto: "Non penso ad una sostituzione, ma ad un nuovo inizio. Don Massimo è un prete diverso".

L'attore romano ha parlato anche di quando ha ricevuto la proposta da Luca Bernabei, produttore della Lux Vide e ha dichiarato: "Inizialmente mi ha chiesto se mi sarebbe piaciuto interpretare un prete. Poi mi ha detto qual era la sua vera idea e mi ha fatto molto piacere che avesse pensato a me".

Bova: 'Volevo essere certo che Terence non soffrisse'

Dopo aver ricevuto la proposta da Luca Bernabei per il ruolo di Don Massimo, Raoul Bova ha raccontato di aver contattato subito Terence Hill, per sapere se condivideva la decisione presa dalla produzione: "Volevo essere certo che lui non soffrisse. Nei suoi occhi ho letto un incoraggiamento".

L'attore romano ha confessato che non avrebbe mai interpretato il ruolo del nuovo sacerdote, se Terence Hill non fosse stato d'accordo. Sempre durante l'intervista, Raoul Bova ha svelato alcune anticipazioni riguardo il personaggio di Don Massimo: "Il suo cognome è Mezzanotte. È diventato prete intorno ai 40 anni ed è un sacerdote che cerca la sua strada.

Deve imparare a stare con la gente".

Inoltre, Bova ha confessato che per interpretare al meglio il ruolo del prete, si è affidato ai consigli di un vero sacerdote di Gorizia, Don Carlo, a tal proposito ha dichiarato: "È stato sul set. Abbiamo parlato molto della vocazione e della scelta".

Nella tredicesima stagione di Don Matteo, al fianco di Raoul Bova e Nino Frassica, ci saranno pure Maria Chiara Giannetta, nel ruolo di Anna Olivieri, e Flavio Insinna che interpreterà il colonnello Anceschi.

La nuova stagione non andrà in onda prima del 2022.