Soleil Sorge è tornata ad attaccare i suoi compagni d'avventura del Grande Fratello Vip. Parlando con Alex Belli, l'influencer italo-americana ha sostenuto che i "vipponi" non sono propensi ad ascoltare i racconti degli altri perché troppo presi da sé stessi. A tale proposito, la diretta interessata ha riferito di non comprendere la mania di protagonismo di alcuni.

Lo sfogo dell'influencer

Domenica 21 novembre, Soleil si è lasciata andare ad una chiacchierata confidenziale con Alex. La gieffina mentre si trovava in sauna ha commentato in modo negativo l'atteggiamento di alcuni coinquilini: "C'è questa mania di protagonismo ed egoriferimento".

Secondo la 27enne italo-americana i suoi compagni d'avventura non sarebbero propensi nell'ascolto delle storie altrui perché troppo concentrati sul loro personaggio. Per Sorge, l'atteggiamento mostrato da alcuni gieffini li rende impossibilitati a conoscere il prossimo.

La diretta interessata ha ammesso che non è suo interesse raccontare la sua vita privata a gente che non frequenterà più lontano dal Reality Show. Tuttavia, quando si scambiano delle chicchiere, le piacerebbe raccontare le sue esperienze per lanciare dei messaggi.

'A me sta roba qui soffoca'

Soleil ha confidato ad Alex di non tollerare quando viene continuamente interrotta mentre sta facendo un discorso: "A me questa roba qui soffoca".

La 27enne ha precisato che ama ascoltare il prossimo, ma al tempo stesso vuole essere anche ascoltata. Secondo l'influencer, i "vipponi" anziché ascoltare il racconto degli altri spesso interrompono un discorso per dire la loro storia.

Sorge non ha nascosto di essere rimasta infastidita anche dall'atteggiamento di Davide: Alex stava raccontando un suo fatto di vita privata quando Silvestri l'ha interrotto per parlare delle nomination.

Tale comportamento a lungo andare sembra non piacere all'influencer.

La versione di Belli

Dopo avere ascoltato attentamente la coinquilina, Alex Belli ha espresso la sua opinione. Secondo l'attore, la situazione comincia ad essere pesante di settimana in settimana. Il diretto interessato non ha nascosto di pensarla proprio come Soleil: "Quando sto parlando, loro pensano già quello che vogliono dire".

Per il 38enne di Parma, i suoi compagni d'avventura non vogliono sentire il vissuto di un'altra persona, ma concentrarsi solamente sui loro racconti.

Alex e Soleil sono convinti di fare spesso dei discorsi a senso unico. Lo stesso Belli ha rivelato che, a volte pensa di parlare con un muro vista la poca attenzioni di chi gli sta di fronte. Per l'ennesima volta, il duo Belli-Sorge ha dimostrato di avere la stessa visione.