L'appuntamento con le prossime puntate di Un posto al sole continuerà a vedere Marina Giordano come protagonista indiscussa.

L'attrice Nina Soldano, in una delle sue ultime interviste, ha confermato la centralità del suo personaggio in questa stagione della soap opera, che sta riscuotendo un enorme successo nella fascia dell'access prime time, riuscendo a toccare anche punte del 9-10% di share.

Marina coinvolta in una nuova storia forte: anticipazioni Un posto al sole

L'appuntamento con le prossime puntate di Un posto al sole 2022/2023 si preannuncia denso di colpi di scena, e le anticipazioni su quello che succederà rivelano che al centro dell'attenzione continueranno a esserci le vicende di Marina Giordano.

La storica dark lady di Palazzo Palladini sarà la protagonista indiscussa della soap opera. Dopo essersi liberata del pericoloso Fabrizio, si ritroverà protagonista di un'altra vicenda che promette colpi di scena, adrenalina e pathos. Per Marina ci sarà un'altra storia ancora più forte.

A svelarlo è stata proprio Nina Soldano che, in un'intervista a Napoli Click, ha rivelato ciò che il pubblico vedrà nel corso delle puntate di dicembre e gennaio 2023.

Marina, Roberto, Filippo e Susanna in pericolo nelle prossime puntate di Un posto al sole

"Posso solo anticipare che seguirà un'altra storia ancora più forte", ha dichiarato l'attrice di Marina, pur non sbilanciandosi più di tanto su quello che succederà.

Intanto le anticipazioni delle prossime puntate rivelano già che Marina e Roberto si ritroveranno di nuovo in pericolo e questa volta non saranno gli unici a rischiare, dato che nel mirino finiranno anche Filippo e la sua amata Serena.

In attesa di scoprire i dettagli di questa nuova intricata vicenda, al centro dell'attenzione ci saranno anche le vicissitudini di Niko.

Niko e Manlio si alleano e rischiano guai: anticipazioni Un posto al sole

Il giovane avvocato deciderà di accettare la proposta che gli è stata fatta dal padre di Susanna, il quale intende rendere giustizia alla ragazza dopo la sua terribile morte.

Manlio vorrà fare tutto da solo e per questo motivo sceglierà di non affidarsi più alla legge, bensì alla "giustizia personale".

Intenderà far punire l'assassino di sua figlia da alcuni suoi "amici" che ha conosciuto in carcere.

Niko, sebbene in un primo momento sarà refrattario a questa richiesta dell'uomo, alla fine acconsentirà, e si renderà anche lui complice e partecipe di questo piano criminale, che potrebbe metterlo seriamente nei guai.