In Terra Amara Züleyha, nel giro di pochi anni, affronta tre lutti importanti, quelli riguardanti Yilmaz, Demir e Hakan. Quest'ultimo morirà per mano di Betül e la ragazza inizierà a porsi qualche domanda: ha seppellito tutti gli amori della sua vita in giovane età e probabilmente nel suo futuro sarebbe meglio che non avesse nessuno al suo fianco. Un rapporto tormentato quello di Züleyha con l'amore, fatto soprattutto di dolore: per anni è andata avanti nella disperata ricerca della felicità, ma alla fine dovrà arrendersi al fatto che il suo destino è quello tipico delle maschere tragiche, almeno in amore, ovvero segnato da lutti ma da nessun '...e vissero per sempre felici e contenti'.

Züleyha assiste alla morte di Hakan

In ordine, stando alle puntate andate in onda in Turchia e che arriveranno prossimamente in Italia, Züleyha avrà l'opportunità di tenere la mano di Hakan mentre esalerà l'ultimo respiro. Lui verrà ferito con due colpi di arma da fuoco da Betül, ma non morirà subito. Ci sarà una corsa disperata in ospedale: sarà Fikret a guidare la macchina e Züleyha, seduta nel sedile posteriore con il corpo di Hakan tra le braccia, pregherà affinché non gli succeda nulla.

Le speranze di salvarlo, però, sembreranno quasi inesistenti fin da subito, visto che Hakan perderà molto sangue. Appena giunto all'ospedale gli operatori sanitari lo porteranno subito dentro e il medico proverà a rianimarlo con il defibrillatore, ma Hakan non ce la farà e Züleyha avrà il cuore spezzato quando vedrà la mano del suo amore scivolare via dalla sua.

Züleyha si confida con Fikret

L'ennesimo dolore da metabolizzare per la ragazza, che insieme a Fikret uscirà nel cortile dell'ospedale e inizierà a porsi diverse domande. Penserà che il destino le stia dando dei chiari segnali: forse non è destinata ad avere un uomo al suo fianco, visto che negli ultimi anni ha perso tutti gli amori della sua vita.

"Ho seppellito Yilmaz, Demir e ora anche Hakan", dirà Züleyha tra le lacrime. Fikret proverà a rincuorarla, invece lei penserà che non deve più dedicare la sua vita all'amore: lei è la signora di Çukurova e deve solo pensare al bene dei suoi figli e delle persone meno abbienti della città. La ragazza rispetterà questa promessa?

Züleyha ha perso i suoi amori nel momento più felice

In effetti il discorso di Züleyha non ha tutti i torti. La fortuna non è mai stata dalla sua parte e ha perso le persone più importanti della sua vita nell'apice della felicità. Yilmaz, per esempio, è morto quando lui e Züleyha erano pronti per andare a vivere insieme. Avevano convinto Demir e Müjgan a concedere il divorzio e proprio mentre Züleyha si stava recando con il marito in tribunale, Yilmaz è uscito fuori strada con la macchina e dopo diversi giorni di agonia è morto.

Anche Demir è morto quando Züleyha si era finalmente innamorata di lui. È stato ucciso per errore dagli uomini di Abdülkadir durante l'assalto alla villa e con quella vicenda si sono spenti i riflettori sul loro matrimonio.

Hakan, invece, morirà pochi giorni dopo aver sposato Züleyha e per l'ennesima volta la ragazza non avrà il suo lieto fine.

La vita di Züleyha segnata dal dolore

Ed è da queste frasi che si può delineare il conflitto interiore della signora di Çukurova. Un personaggio che sembra uscito dalla penna dei romanzieri russi dell'800. Züleyha si è sempre rifugiata nell'amore e a questo sentimento - visti alcuni passaggi della serie, sarebbe più corretto dire solo a questo sentimento - aveva consegnato le speranze di una vita felice. Un rifugio, l'amore, dettato soprattutto dall'infanzia travagliata. Cresciuta orfana di entrambi i genitori, è finita nelle mani del fratellastro che l'ha usata anche come "merce di scambio" per sanare i suoi debiti derivanti dal gioco d'azzardo.

Quando è partita da Istanbul con Yilmaz sognava la serenità che non ha mai avuto, invece a Çukurova ha trovato l'inferno. Il matrimonio combinato con Demir ha rovinato tutte le sue speranze, ha fatto crescere Adnan lontano dal vero padre e le ha fatto conoscere il suo lato più violento. Basti pensare alle volte che ha impugnato una pistola per proteggere se stessa o i suoi figli.

All'amore, però, non ha mai smesso di dare fiducia. Nemmeno il dolore subito le ha fatto cambiare idea, sennò forse non si sarebbe mai innamorata di Demir. La morte di Hakan, però, segnerà la fine di tutto: amore, speranze e la costante ricerca della felicità, quella vera e pura che un personaggio così drammatico non è destinato a vivere.