Dopo lo sciopero dei trasporti che qualche giorno fa ha interessato la Campania e il Veneto, mercoledì 13 novembre 2013, lo sciopero interesserà la Capitale e riguarderà in generale l'intero Lazio.

Per la giornata di mercoledì, infatti, è stato proclamato uno sciopero dei trasporti pubblici locali da parte di Cigl, Cisl e Uil. Per fortuna, si tratterà di uno sciopero breve che nel complesso dovrebbe durare solo 4 ore.

In particolare, lo sciopero dei servizi pubblici del 13 novembre 2013 partirà alle ore 9 del mattino e si concluderà alle ore 13. Dalle 6 alle 9 del mattino gli orari di treni e pullman saranno regolari, poi dalle 9 in poi comincerà la protesta e per attendere il ristabilizzarsi della situazione bisognerà attendere le 13.

Durante le quattro ore di sciopero dalle 9 alle 13, non saranno garantiti i servizi di metropolitana, bus e tram. Non saranno garantiti neppure gli spostamenti ferroviari, in particolare le tratte Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo e Termini-Giardinetti.

Ma l'ondata di scioperi generale non è destinata a fermarsi e a placarsi nei prossimi giorni. Venerdì 15 novembre 2013, infatti, è previsto un nuovo sciopero generale che questa volta non interesserà solo la Capitale, bensì l'intera Penisola. Anche in questo caso lo sciopero interesserà in primis i trasporti pubblici, ma sciopereranno anche i lavoratori della scuola, i medici e gli avvocati. I manifestanti venerdì scenderanno in piazza per protestare contro la nuova legge di Stabilità messa in atto dal governo Letta.