Mercoledì prossimo, 13 novembre del 2013, per quattro ore i mezzi pubblici non saranno garantiti in alcune grandi città della Toscana. Questo perché le principali Organizzazioni Sindacali dei trasporti hanno aderito allo sciopero nazionale unitario, su base territoriale, proclamato da Cigl, Cisl e Uil contro la Legge di Stabilità varata dal #Governo.



A Firenze, in accordo con quanto reso noto dall'Ataf, i mezzi pubblici non saranno garantiti dalle ore 22 e fino a fine servizio in forza all'adesione allo sciopero nazionale da parte delle segreterie regionali e provinciali di Fit-Cisl, Filt-Cgil e Uil-Trasporti. Gli operati e gli impiegati del trasporto pubblico a Firenze sciopereranno invece nelle ultime quattro ore del proprio turno di lavoro.





A Siena, in accordo con quanto reso noto dalla Train S.p.A., i mezzi della Tiemme non saranno garantiti mercoledì prossimo dalle ore 8,30 alle ore 12,30, e lo stesso dicasi anche per quelli della Bybus s.c.r.l..



Ed ancora, sempre a Siena, per il servizio bus urbano Certaldo e San Gimignano, e Funicolare Di Certaldo, il personale viaggiante allo stesso modo incrocerà le braccia mercoledì prossimo dalle ore 8,30 alle ore 12,30.



Ricordiamo che sempre in Toscana mercoledì prossimo è previsto uno sciopero di quattro ore anche a Livorno ed a Massa Carrara. A Massa Carrara ci sarà una manifestazione con corteo da Piazza Garibaldi e fino a Piazza Mercurio dove poi è previsto un intervento da parte di Nicola Nicolosi, Segretario Confederale della Cgil.

#sciopero generale