Martedì prossimo, 3 dicembre del 2013, a Roma c'è l'ennesimo sciopero del trasporto pubblico locale anche se alcune agitazioni sono state revocate e, quindi, i disagi saranno nel complesso inferiori alle previsioni.



Ad oggi le agitazioni confermate sono quelle relative alle linee bus periferiche ed agli operatori di stazione. Nel dettaglio, il 3 dicembre del 2013 a scioperare nella Capitale sono i conducenti dei mezzi di Roma Tpl in virtù di un'agitazione che è stata proclamata da Fit Cisl. Le linee bus periferiche non saranno garantite dalle 8,30 del mattino e fino alle ore 16,30.



L'OrSa - Organizzazione Sindacati Autonomi e di base - ha invece proclamato per il 3 dicembre del 2013 lo sciopero degli operatori di stazione dalle ore 20,30 e fino alle ore 0,30.

Inoltre, secondo quanto reso noto dall'Agenzia per la Mobilità di Roma, il Sindacato OrSa ha anche proclamato fino alla data dell'8 dicembre del 2013 l'astensione dagli straordinari degli operatori di stazione per la metropolitana e per le tratte ferroviarie locali, quelle relative a Roma-Nord, Roma-Giardinetti e Roma-Lido con la conseguenza, tra l'altro, che temporaneamente non sarà garantito causa fermo il funzionamento delle scale mobili, dei montascale e degli ascensori.



E' stato invece sospeso martedì prossimo lo sciopero, proclamato dalla Filt-Cgil, dei dipendenti che prestano servizio a Porta Maggiore dove c'è la rimessa. Differito inoltre lo sciopero di 24 ore del Sindacato Unitario Lavoratori (Sul) riguardante i dipendenti dei bus Atac. #sciopero generale