Lunedì 16 dicembre è stato indetto lo Sciopero Nazionale del Trasporto Pubblico che sicuramente potrà creare molti disagi anche al "trasporto" di carattere privato. Tante le città italiane che si fermeranno per 4 ore per lo sciopero del 16 dicembre indetto da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Fna, Faisa-Cisal e, dalle 8.30 alle 12.30 (orari però variabili da città a città) ci potranno essere dei disagi nei principali centri italiani. A Roma infatti si fermeranno autobus, metro, tram e ferrovie.

Stessa situazione anche a Napoli dove i dipendenti dell'ANM, della metropolitana e dell'EAV sposteranno di mezz'ora e interromperanno la loro corsa dalle 9 alle 13.

La situazione dovrebbe ritornare alla normalità 30 minuti dopo la fine dello Sciopero Nazionale, e quindi, nel caso della città di Napoli, dovrebbe tornare tutto alla normalità intorno alle 13.30. A Parma invece, non si potrà garantire la normale circolazione dei mezzi pubblici dalle 16.30 alle 20.30.

A Milano Trenord interromperà il proprio servizio dalle 9 alle 13 e, dopo le 13 riprenderà normalmente la sua attività, mentre i treni in viaggio durante la fascia oraria dello sciopero proseguiranno normalmente il proprio percorso. Sempre nel capoluogo lombardo, problemi anche con gli autobus dell'ATM che potrebbero fermare la loro corsa dalle 9.30 alle 12.30. Ovviamente lo sciopero di lunedì 16 dicembre 2013 riguarderà moltissime altre principali città italiane.

A Genova per esempio, non sarà garantita la normale circolazione dei mezzi pubblici dalle 11.30 alle 15.30, mentre a Venezia l'orario di fermo è fissato per le 15.

I migliori video del giorno

Quindi, il consiglio che possiamo darvi in riferimento allo Sciopero Nazionale del Trasporto Pubblico è quello di visionare i siti ufficiali del Trasporto Urbano della propria città e consultare i numeri verdi comunali per avere informazioni dettagliate relative alla propria città. #sciopero generale