Le categorie sindacali maggiormente rappresentative annunciano nuovi scioperi subito dopo la chiusura definitiva delle festività; le proteste riguarderanno molti settori, dai trasporti a quello delle telecomunicazioni, fino all'astensione degli avvocati. Vediamo nel dettaglio in quali giorni è previsto lo "Stop".

Settore Trasporti (incluso quello dell'aviazione).

Si inizierà giorno 8 gennaio con i dipendenti dell'Enav, sciopero proclamato dall'Anpcat, che li vedrà fermi per 4 ore, e precisamente dalle ore 17:00 alle ore 21:00, assicurando solo i voli della compagnia Easy Jet.

Seguirà il 9 gennaio, dalle ore 10:00 alle ore 14:00, lo sciopero dei lavoratori della Sea e Sea Handling a Milano Linate e Milano Malpensa, indetto dall'Usb Lavoro Privato.

Il 18 gennaio spetterà agli assistenti di volo Easy Jet e ai dipendenti Sea e Sea Holding, entrambi dalle ore 12:00 alle ore 16:00.

La giornata del 24 gennaio sarà la volta del personale del trasporto pubblico locale (fermi quindi Bus, tram e metro); sciopero annunciato dall'USB Lavoro Privato per 24 ore.

In data 29 gennaio, ancora settore aviazione, lo sciopero, proclamato dalla Filt (Cgl e Csl) e Ugl Trasporti, riguarderà sia il personale di terra sia gli assistenti di volo del gruppo Meridiana e Meridiana Fly, per 24 ore.

Settore Telecomunicazioni.

Il 7 Gennaio, lo sciopero coinvolgerà i lavoratori di Telecom Italia, che fino al giorno 31 gennaio finiranno di lavorare un'ora prima.

Infine, è prevista l'astensione degli avvocati, i quali protesteranno dal 13 al 17 gennaio; l'astensione è stata proclamata dall'Unione delle Camere Penali. #sciopero generale