Alcuni lo fanno per scelta, altri sono costretti dagli impegni lavorativi: sono tanti coloro che scelgono di partire per le spiagge tra la fine di agosto e l'inizio di settembre. Del resto sono molti i vantaggi dello scegliere questo periodo: costi inferiori, maggiore possibilità di godere con tranquillità dei luoghi, più facilità di affittare i migliori appartamenti o camere.

La Puglia è una regione che da alcuni anni registra un enorme successo turistico. Due mari, centinaia di km di costa, innumerevoli luoghi indimenticabili tutti differenti tra loro. Se il vostro ideale di vacanza al mare contempla tranquillità, ma mantenendo la possibilità di trovare ogni sorta di divertimento, potreste pensare di visitare il tratto di costa che da Taranto porta fino all'inizio del Salento.

Una parte di questa meravigliosa regione ancora non è stata completamente scoperta dal turismo. Dimenticate la schiavitù delle famigerate strisce blu, dei famosi e a volte tristi luoghi della "movida" e immergetevi in una zona dalla costa selvaggia, con km di spiagge a libero accesso, ma non per questo abbandonate all'incuria. Lasciata Taranto, che per altro offre molto e che vale sempre una visita, procedendo verso sud il viaggiatore può godere della Baia di Saturo e dell'adiacente area archeologica, con testimonianze che vanno dall'età del bronzo a quella aragonese. Qui l'acqua dello Ionio incontra dei prati che discendono dolcemente direttamente fino agli scogli e il panorama sembra richiamare al più classico dei paesaggi irlandesi.

Procedendo ancora verso il tacco d'Italia questa meravigliosa regione regala al viaggiatore spiagge come quella di Marina di Pulsano. Spiagge dalla sabbia bianca, mare che rende lecito il domandarsi se valga davvero la pena viaggiare fino ai Caraibi per trovare simili bellezze e ancora un totale libero accesso al lido.

I migliori video del giorno

Per chi volesse le comodità di uno stabilimento balneare naturalmente le strutture non mancano, ma sono inserite con dolcezza nel paesaggio e soprattutto distanti l'una dall'altro. Dimenticate quindi la cementificazione di altre zone d'Italia, qui è ancora il mare a dettare le sue regole. La strada provinciale 122 segue tutta la costa e passa attraverso Marina di Lizzano, dove ancora è la natura a regnare sovrana, per poi alzarsi rispetto al livello del mare creando delle piccole scogliere che non ci si aspetterebbe di trovare in queste zone, per poi ridiscendere verso Torre Ovo e le dune di Campo Marino, altre due località dove vale la pena stendere il proprio telo. San Pietro in Bevagna è il punto di arrivo ideale di questo breve itinerario e uno delle spiagge più belle del circondario, anche se fare una classifica rischia sempre di creare ingiustizie.

Se poi avrete voglia di una zona maggiormente turistica niente paura, pochi minuti di auto e sarete arrivati a Porto Cesareo, una delle località più alla moda del Sud Italia.