Pubblicità
Pubblicità

L'#iPhone festeggia quest'anno i dieci anni dalla sua invenzione. Entrato in commercio il 29 giugno 2007, con oltre un miliardo di pezzi venduti, l'iPhone ha cambiato per sempre il mercato della telefonia mobile. Infatti ha saputo coniugare innovazione tecnologica, facilità d'uso, importanza del design e concezione di eleganza in un dispositivo mobile che è diventato, non solo un simbolo della tecnologia d'eccellenza, ma anche un vero e proprio oggetto del desiderio, capace di conquistare migliaia di fan in tutto il mondo. Questi ultimi disposti a stare in coda avanti gli #Apple Store anche prima dell'orario di apertura per aggiudicarsi l'ultimissimo modello.

Pubblicità

Nessun prodotto tecnologico aveva mai dato vita a tale fenomeno.

La creazione di questo straordinario telefono è dovuta a Steve Jobs, fondatore della Apple, casa costruttrice dell'iPhone. Dietro questa invenzione non c'è solo la passione per la tecnologia, la genialità e la professionalità di Jobs ma anche insospettabili retroscena di carattere personale.

La nascita dell'iPhone

I retroscena personali ci vengono svelati da uno stretto collaboratore di Jobs, Scott Forstall, responsabile del software iOS dell'iPhone, durante un evento tenutosi in California per celebrare il decimo compleanno del melafonino.

Secondo Forstall l'iPhone sarebbe dovuto essere originariamente un tablet e sarebbe nato come risposta ad un progetto a cui stava lavorando la Microsoft. Tale progetto fu rivelato a Jobs da un dirigente della Microsoft che frequentava per via dell'amicizia tra le loro mogli.

Pubblicità

Il dipendente Microsoft gli parlò di un tablet che sarebbe stato rivoluzionario e che si sarebbe usato con un pennino. Questa rivelazione scatenò la reazione di Jobs che, spinto da un fortissimo spirito di competizione, mise il suo team al lavoro su una soluzione alternativa. Secondo Jobs infatti l'uso del pennino era obsoleto e poco pratico perché si poteva perdere facilmente. Mentre lui e il suo team stavano lavorando sul loro progetto di tablet, nel 2004 Jobs osservò in un bar delle persone che stavano usando il cellulare e che secondo lui non ne erano contente. Da lì ebbe l'intuizione vincente di ridurre il tablet alle dimensioni di un telefono. Nacque così l'idea dell'iPhone. Il progetto del tablet fu momentaneamente abbandonato per essere ripreso successivamente e diventare poi l'iPad.

Le idee innovative dell'iPhone

Jobs riteneva che i cellulari sarebbero potuti diventare molto più utili per le persone se si fosse data loro la possibilità di accedere rapidamente ad informazioni di vario tipo.

Pubblicità

Nello stesso tempo si stava lavorando anche ad un'evoluzione dell'iPod, il successo commerciale precedente. Maturò così la concezione di unire in un unico dispositivo mobile le funzionalità dell'iPod, quelle del telefono e quelle di un PC, in particolare della connessione ad Internet. Non mancarono certo le difficoltà perché per realizzare queste idee innovative bisognava far fronte a diverse problematiche: la velocità di navigazione del device, l'adattamento del sistema operativo che sarebbe poi diventato l'IOS, la realizzazione di un display che oltre ad essere touchscreen doveva anche supportare il multitouch. Il display multitouch infatti doveva rappresentare l'interfaccia principale per l'utente eliminando ogni necessità di una tastiera fisica. Novità assoluta perché gli smartphone di allora funzionavano tutti con una tastiera. Sembravano idee da folli in quel periodo. Ma come diceva lo stesso Jobs: "Le persone che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo sono coloro che lo cambiano davvero".

Presentazione del primo iPhone

Il 9 gennaio del 2007, durante il Macworld Convention, Steve Jobs presentò al pubblico i tre nuovi prodotti della Apple: un iPod col touchscreen, un telefono rivoluzionario e un dispositivo per collegarsi ad internet.

Poi svelò che quei tre dispositivi erano in realtà uno solo: l’iPhone. Nella meraviglia dei presenti Jobs proseguì la presentazione di tutte le funzionalità di quello smartphone così rivoluzionario: gallerie fotografiche, musica, internet, funzioni multimediali, email, il nuovo modo di fare chiamate. Iniziò così l'era delle gesture come doppio tap e pinch to zoom.

Nel corso degli anni diversi modelli sono stati messi in commercio dalla Apple, ognuno dei quali ha portato con sè miglioramenti, nuove funzionalità, nuovi design, nuovi materiali costruttivi. L'anno scorso è stato il momento dell'iPhone 7 (vedi prezzi). A settembre di quest'anno dovrebbe essere presentato il nuovo #iPhone 8. Quali novità verranno introdotte nell'ultimo melafonino? Sarà all'altezza dei suoi predecessori? Reggerà la concorrenza che nel frattempo si è fatta molto agguerrita, soprattutto quella dei top di gamma Samsung? Continuate a seguire e cercheremo di rispondere a queste domande.