Pubblicità
Le news del momento

Depressione e dieta proinfiammatoria, studio inglese ne dimostrerebbe l’associazione

Una metanalisi di 11 studi clinici ha rivelato che l’alimentazione scorretta può favorire la comparsa di sintomi depressivi.
Alcune evidenze sperimentali sostengono il ruolo dell’infiammazione nella patofisiologia della depressione, disordine neurologico di cui è affetto il 4.4% della popolazione nel mondo. A tal proposito i ricercatori del Centro Ricerche Bioscence dell’Università Metropolitan di Manchester hanno verificato se ci fosse una connessione tra l’assunzione di una dieta ad attività proinfiammatoria e l’insorgenza di sintomi depressivi. Hanno preso in considerazione 11 studi clinici, per un totale di 101.950 partecipanti di età compresa tra 16 e 72 anni e hanno correlato i il tipo di dieta seguita con la manifestazione di disturbi neurologici. I risultati hanno stabilito che esiste effettivamente un legame tra dieta proinfiammatoria, composta da alimenti processati, e rischio di depressione. I futuri consigli medici e sociali dovrebbero, dunque, concentrarsi sulla spinta a condurre, consapevolmente, uno stile di vita corretto, basato sulla preferenza di una dieta antinfiammatoria (ad...
Pubblicità