Pubblicità
Le news del momento

Bloccare l’Alzheimer si potrebbe, con una microdose di litio (NP03)

Questo è il risultato di uno studio su modelli animali appena pubblicato su Journal of Alzheimer's Disease.
Sotto forma di sale carbonato (Li2CO3) il litio è comunemente impiegato come farmaco di elezione nel trattamento del disturbo bipolare. Tuttavia, il suo impiego nel trattamento del morbo di Alzheimer, ancora oggi non trova concordi tutti i clinici a causa del rapporto efficacia/effetti collaterali non favorevole quando viene somministrato ai dosaggi attuali. Ricercatori della McGill University hanno studiato una nuova formulazione di litio, come NPO3, che facilita il suo passaggio dal sangue al cervello. In un modello animale di Alzheimer, somministrato ad un dosaggio ben 400 volte più basso di quanto prescritto per i disordini di umore, il litio ha bloccato la formazione delle placche dell'amiloide e recuperato le abilità conoscitive perse. I risultati sono stati recentemente pubblicati su Journal of Alzheimer's Disease. Dalle evidenze cliniche alla prova del laboratorio Studi epidemiologici, preclinici e clinici, avevano già messo in evidenza che il litio, somministrato a dosaggi...
Pubblicità