Mediaset è il principale operatore televisivo privato italiano. Di fatto, però, stiamo parlando di una sub-holding della Fininvest S.p.A.; l'holding fondata nel 1978 da Silvio Berlusconi. Dal lontano 1994, invece, il presidente del Gruppo Mediaset è Fedele Confalonieri. Come detto, tutto ebbe inizio sul finire degli anni '70 con la fondazione di una TV locale che prese il nome di Telemilano. Appena due anni dopo, il nome divenne Canale 5. Da questo momento in poi iniziarono numerose trasmissioni su tutto il territorio nazionale e Mediaset comincia a divenire un brand noto non soltanto al pubblico milanese. Nel 1982, poi, fu la volta di Italia 1, acquisita dall'editore Rusconi. Nel 1984, infine, arrivò Retequattro, acquisito dall'Arnaldo Mondadori Editore.

Una delle svolte più importanti per la società giunse nel 1996, quando Rti, Videotime, Publitalia ed Elettronica Industriale si riunirono in un unico gruppo dando vita alla Mediaset che tutti conosciamo. Da qui alla quotazione alla Borsa di Milano il passo è stato breve e questo passaggio ha aperto l'azionariato a grandi investitori istituzionali e anche ai piccoli azionisti. Il numero in auge, si stima, sia di circa 300.000 investitori.

L'anno successivo, nel 1997, Mediaset comincia a guardare oltre i confini nazionali e si espande acquisendo una partecipazione del 25% dell'emittente privata spagnola Telecinco. Siamo giunti, ormai, al 1999 e il WEB sta per diventare una realtà imprescindibile per tutti noi. La risposta dell'azienda si chiama Mediaset Online (nel 2001 diventerà TgCom), un quotidiano d'informazione on line, fruibile da diversi mezzi di comunicazione come internet, televisione, radio, teletext Mediavideo fino ad arrivare alla telefonia mobile.

In ordine d tempo, l'ultima scommessa del Gruppo Mediaset si chiama Infinity, lanciato l'11 dicembre 2013. Stiamo parlando di un servizio di contenuti a pagamento mediante l'accesso in streaming ad un catalogo di più di 5.000 titoli tra Film, Fiction e Programmi TV.