Dopo la denuncia pubblica sul social network, documentata da foto di violenza fisica, e dopo che le forze dell'ordine hanno avviato le indagini, il cantautore ha replicato attraverso la sua fanpage di Facebook alla sua ex compagna Anna Laura Millacci accusandola di "aver messo in scena una farsa", e di prendere provvedimenti legali perché "non ha niente da nascondere".

Ma non finisce qui, poiché continuano ad arrivare nuove dichiarazioni sulla vicenda di violenza domestica resa pubblica sul social network che ha travolto la vita privata e professionale del cantautore, questa volta il sostegno arriva dall'ex prima moglie del cantautore, Jorgelina Borda Amezaga che ha dichiarato che durante il matrimonio, la Millacci era ossessiva e persecutoria nei confronti di Massimo Di Cataldo, e che aveva invaso la loro vita matrimoniale al punto di costringerla a ripartire con la su primogenita per la Spagna.

L'ex prima moglie al telefono con il quotidiano da Marbella ha dichiarato: "Quando vivevamo a Trastevere, con Massimo, lei lo perseguitava, citofonava a tutte le ore della notte, nonostante io avessi una bambina piccola, la mia primogenita, Carlotta, che dormiva. Lo tempestava di messaggi per costringerlo a scendere. Mi sembrava ossessiva e squilibrata".

L'opinione pubblica rimane sempre più scossa da queste inquietanti e contraddittorie rivelazioni, di una presunta violenza domestica, poiché dopo la denuncia pubblica su Facebook dell'ex compagna, che ha accusato il noto cantautore di averla picchiata e di averla fatta abortire a causa delle tante botte, immediata è arrivata la smentita di Massimo Di Cataldo dalla sua fanpage di Facebook, che ha negato ogni cosa e ha dichiarato di volersi difendere per vie legali per tutelarsi sia come uomo sia come artista.

I migliori video del giorno

"Sono scioccato per come quest'assurda notizia sia stata pilotata contro di me, con tanta leggerezza. Sto già prendendo provvedimenti legali per la grave accusa che ho subito. Ora il mio lavoro, seppur compromesso da questa imbarazzante vicenda, viene dopo, prima c'è la mia dignità di uomo. La verità verrà a galla. Io non temo poiché non ho niente da nascondere".

Il noto cantautore si dichiara scioccato dalle accuse e dal caso mediato che ha scosso tutta l'opinione pubblica oltre che i suoi fan, e ha voluto precisare di non volersi difendere usando gli stessi mezzi della sua ex compagna per umiliarla pubblicamente: "Credo ancora nell'amore e nella giustizia, e lealmente vorrei difendere (lo devo a mia/nostra figlia) la dignità di una persona che per la sua ambizione e per le sue aspirazioni egoistiche ha inscenato tutto questo. Sono io a essere stato colpito duramente e i segni che porto non si possono certo evidenziare ad arte in una fotografia".

Infine il cantautore ha cercato di aprire un'importante riflessione, concludendo: "Invito tutti voi a riflettere su quanto sta accadendo, perché una storia come questa dovrebbe far considerare quanto meno l'utilizzo spregiudicato dei "social network".