Il #gfvip continua a far parlare dei propri concorrenti e anche nella diretta di ieri non sono mancate le sorprese: pianti di commozione e reazioni poco corrette, con tanto di squalifica per Pamela Prati. La reazione della showgirl non è stata delle migliori e in studio sono volate parole pesanti. Anche Alfonso Signorini è stato "vittima" della reazione della Prati, che non ha di certo reagito bene al suo momento buio all'interno della Casa. 

Il tutto è iniziato con una settimana davvero particolare, culminata con lo scontro tra la Prati e la Marini: un nervosismo trascinato anche all'interno dello studio, dove Pamela non ha risparmiato nessuno, soprattutto Alfonso Signorini.

"Chiamatemi un taxi!"

Il tutto è iniziato con il video della lite tra le due showgirl: la Prati ha accusato la Marini di essere stata troppo dura con lei, ma allo stesso tempo Valeria ha risposto che voleva una reazione di parte della stessa Pamela, troppo chiusa in sé nell'ultima settimana. 

Infatti la Prati è sfuggita spesso alle telecamere, andando a chiudersi in un armadio e respingendo spesso le convocazioni in confessionale da parte della produzione.

Proprio per questo motivo il GFVip ha deciso di squalificare la concorrente, venuta meno agli obblighi contrattuali. Proprio in quel momento la Prati ha sospirato con un ironico "meno male", togliendo le batterie al microfono e lanciandolo con foga. Poi, come se non bastasse, ha rincarato la dose con epiteti poco ripetibili e ha urlato: "Chiamatemi un taxi", suscitando l'indignazione e l'ilarità del pubblico

GfVip, lo scontro con Signorini

La questione era iniziata nel momento della sfuriata, in cui la Prati ha risposto male all'opinionista. Successivamente, dopo l'entrata in studio accolta con silenzio e freddezza, i due hanno continuato a punzecchiarsi, finché la Prati non è esplosa: "Il tuo ruolo di opinionista è quello di dire ca...te". 

Signorini ha comunque reagito con molta signorilità, andando a stringerle ironicamente la mano.

I migliori video del giorno

Una vera e propria provocazione, culminata con il pianto di lei: la stessa Prati ha raccontato che l'ultima settimana ha riportato alla sua mente un'infanzia difficile e l'uscita dalla Casa è stata una sorta di liberazione.