Andrea Damante ha voluto togliersi qualche sassolino dalla scarpa, così il deejay veronese ha inviato un video ai finalisti del Grande Fratello Vip in cui li invita a non fidarsi di stefano bettarini, soprattutto ora che verrà incoronato il vincitore della prima edizione di questo reality show condotto da Ilary Blasi.

Andrea Damante definisce poco uomo Stefano Bettarini

Andrea Damante dice: "Stefano, credo che dentro la Casa tu sia quello che ha giocato di più in assoluto. Ma bisogna giocare in modo corretto, tu sei stato scorretto....Hai passato i due giorni prima a dire cattiverie e davanti a me facevi l'amico. Mi parlavi alle spalle, ti rendi conto di quanto sei falso? Oltre che falso non sei un uomo", facendo riferimento ad alcuni rvm che l'ex tronista ha visionato terminata la sua esperienza all'interno casa più spiata d'Italia.

Andrea Damante non ha usato parole leggere per mettere in guardia gli altri concorrenti del Gf Vip, poi ha passato in rassegna anche gli altri ex coinquilini, infatti si è detto dispiaciuto per Gabriele Rossi e Laura Freddi perché dall'esterno non sono stati sufficientemente apprezzati, mentre su Alessia Macari ha svelato di aver apprezzato il talento e la sua incontenibile simpatia, anche se non è uscito molto il suo lato umano. L'ex tronista di Uomini e Donne ha commentato anche le gesta di Valeria Marini dicendo che nel bene e nel male è stata l'unica persona ad essersi messa in gioco a 360° dall'inizio alla fine, infatti consiglia alla showgirl di stare attenta alle provocazioni di Stefano Bettarini e di proseguire il suo percorso ascoltando il suo cuore.

Una volta visionato il video messaggio, i finalisti si sono detti un pò sorpresi, infatti la 'Ciociara' è esordita dicendo:"Questo non è l'Andrea che conosciamo noi", mentre gli altri hanno preferito evitare polemiche in vista della finalissima di questa sera.

I migliori video del giorno

I ben informati parlano di interminabili colpi di scena, mentre i quotisti danno per certa la vittoria di Alessia Macari su Valeria Marini e lo stesso Stefano Bettarini.