Nuovo approfondimento sui #Sondaggi politici. Nella giornata di oggi, martedì 22 settembre, sono stati pubblicati i sondaggi dell'istituto Piepoli per Ansa.it. Nel nuovo rilevamento si registra l'ennesima flessione della Lega Nord di Matteo Salvini, mentre si conferma al 10 percento il partito di Forza Italia. Le percentuali attuali nei prossimi giorni potrebbero variare considerevolmente. A breve infatti il Parlamento si “accenderà” in vista del dibattito sulle imminenti riforme del governo.

I nuovi sondaggi politici aggiornati ad oggi 22 settembre pongono la Lega Nord intorno al 14 percento. Rispetto all'ultimo rilevamento la flessione è dello 0,5 percento.

Pubblicità
Pubblicità

Di recente Salvini è intervenuto a Rtl 102.5 annunciando un prossimo incontro con Silvio Berlusconi. Il leader della Lega ha affermato che un accordo con Forza Italia sarà possibile soltanto se si troverà un'intesa di massima su “cinque cose da fare”, come ad esempio l'aliquota fiscale unica al 15 percento.

Matteo Salvini ha detto la sua sulla riforma al Senato, tema centrale dell'agenda politica italiana negli ultimi giorni. L'uomo “forte” del Centro-destra ha dichiarato: “Non so se sono l'unico a cui non fotte sostanzialmente niente sulla riforma al Senato. A me piacerebbe che il Parlamento si scannasse sulle tasse, che è la vera emergenza nazionale. Soffermandosi poi sulla questione del Sud Italia, Salvini ha ribadito che regioni come la Sicilia abbiano grandi potenzialità e che in passato il suo partito abbia commesso degli errori.

Pubblicità

Tornando ai sondaggi politici elettorali dell'istituto Piepoli, si segnala la posizione di rincalzo occupata da Forza Italia, stabile al dieci percento. Un numero che non fa più “impressione” all'elettore della coalizione di Centro-destra, dal momento che la situazione è rimasta pressoché invariata dallo scorso 28 luglio. Una delle ultime dichiarazioni di Silvio Berlusconi arriva direttamente da Portofino, dove ha cenato con il governatore della Liguria Toti.

L'ex presidente del Consiglio si è detto sicuro che Forza Italia sarà in prima posizione quando farà il suo ritorno in televisione “dopo che tornerò nello splendore dell'innocenza”. Ad una domanda inerente le eventuali elezioni anticipate, Berlusconi ha ribadito che Toti resterà governatore della Liguria e non verrà candidato.

Il sondaggio Piepoli del 22 settembre pone in evidenza la posizione di forza del Partito democratico, primo partito con il 33,5 percento delle preferenze. La risalita del Pd nelle ultime settimane è evidente.

Pubblicità

Rispetto al primo settembre Renzi ha recuperato un punto percentuale. Il premier in queste ultime ore ha incassato l'ok unanime dalla direzione del Pd sulle riforme, sebbene al voto mancasse la minoranza dem. Importanti a questo proposito le parole di Bersani, che ha sottolineato come da parte del primo ministro ci sia stata un'apertura significativa.

Nel frattempo Renzi ha firmato il decreto sulla carta elettronica dei docenti, ai quali andranno 500 euro per la loro formazione. La carta elettronica verrà distribuita a tutti i docenti, attraverso cui si potranno acquistare libri, corsi, software e ingressi ad eventi culturali destinati alla crescita professionale.

Gli ultimi sondaggi politici hanno per protagonista ancora il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, forte del 26 percento del consenso degli elettori. Il leader del M5S ha paragonato le riforme del governo alle brioches di Maria Antonietta: “Se Maria Antonietta voleva distribuire delle brioches al popolo che chiedeva pane, il Governo al popolo vuole dare riforme che, a differenza delle brioches, sfamano solo la fame di potere del Pd e del suo conducator”.