Pubblicità
Pubblicità

Secondo una ricerca effettuata dalla Brigham Young University degli Stati Uniti, la sostanza riuscirebbe ad ingannare le cellule celebrali inibendo i sistemi di controllo: questo incrementerebbe i livelli di dopamina facendo sviluppare una vera e propria dipendenza.

La sperimentazione condotta

Il team di ricerca del Professor Jeffrey Edwards ha condotto degli esperimenti sui topi con l'intento di analizzare tutti gli effetti del principio attivo della #marijuana, il Thc, sul cervello; il risultato ottenuto è stato sconvolgente: il tetraidrocannabinolo riesce ad influenzare il normale funzionamento dei neuroni con lo scopo di appagarlo.

Pubblicità

I risultati della ricerca sono stati pubblicati sul Journal of Neuroscience ed uno dei ricercatori ha affermato che "L'uso e la #legalizzazione della marijuana è un problema urgente per molti Stati. Anche se la marijuana è il farmaco illecito più abusato, le implicazioni dell'uso legalizzato, diffuso o continuo sono speculative". Attualmente gli stati dove è stata legalizzata sono 23 e, secondo un nuovo studio pubblicato online la scorsa settimana nell'American Journal of Public Health, la legalizzazione di questa pianta in Colorado ha portato ad una riduzione del 6% delle morti correlate all'uso di oppioidi (eroina) nello stato.

Il team di ricercatori della University of North Texas School of Public Health, dell'Università della Florida, hanno affermato che le riduzioni delle morti connesse all'oppioide erano legate a "un rovescio della tendenza al rialzo delle morti connesse all'uso di oppioidi", anche se hanno sottolineato che i risultati sono stati solo preliminari, dato che hanno studiato solo i dati due anni dopo la marijuana ricreativa è stata legalizzata nel 2014.

Pubblicità

Cura ma c'è il rischio di potenziali danni

Il CDC non ha incluso alcuna statistica per la morte correlata alla marijuana. Tuttavia, ha affermato che l'uso di cannabis [VIDEO]può portare alla dipendenza e ad influenzare negativamente la salute del cervello, la salute polmonare, la salute del cuore e la salute mentale.

Nel loro studio, i ricercatori hanno avvertito che, anche se hanno trovato benefici per la salute a ridurre il numero di morti correlate all'oppioide, hanno osservato che "l'uso di cannabis legalizzato ampliato è associato anche a probabili danni potenziali".

Il presidente John Hickenlooper, un democratico e un avvocato generale Cynthia Coffman, un repubblicano, si sono adoperati contro i programmi legali della marijuana negli ultimi mesi. #oppiacei