Prima amichevole stagionale per il Crotone, impegnato nella sede del ritiro estivo di Moccone nella Sila Crotonese. I rossoblu hanno portato a casa la vittoria nella prima amichevole stagionale valida per il "Memorial Parrilla", avversario di turno una Rappresentativa crotonese che ha dovuto cedere il passo con il risultato di 12-0. Primo test utile a valutare i primi arrivi di mercato di questo inizio di stagione estiva. Sugli scudi l'attaccante croato, fresco di rientro a Crotone dopo una breve esperienza alla Sampdoria, Ante Budimir autore di quattro reti.

Una rosa che potrebbe vedere ancora ulteriori volti nuovi da qui ai prossimi giorni, elementi per lo più provenienti dall'estero tutti da scoprire e apprezzare sul terreno di gioco.

Idea Bladenovic per la difesa

Tra i profili accostati nelle ultime ore al sodalizio rossoblu, sembra spuntare il nome del terzino sinistro croato, Filip Mladenovic, classe 1991 con diversi campionati di buon livello alle spalle con le formazioni di Bate Borisov e Stella Rossa. Nell'ultima stagione, elemento in forza allo Standard Liegi ha portato a casa cinque presenze. Un calciatore duttile capace di svolgere tutti i ruoli della fascia di competenza sia difensivi che offensivi. Nel suo palmares già diversi titoli vinti in Bielorussia, con una buona dose di esperienza internazionale.

Un profilo che potrebbe interessare, in attesa di novità sulla situazione difensiva degli squali, che potrebbero salutare a breve il difensore brasiliano Claiton Dos Santos vicino al passaggio alla Cremonese.

Sembra piacere anche lo svincolato centrocampista ex Chievo Verona e Catania Izco, per il quale bisognerà trovare solamente l'accordo con il calciatore.

Imminente il ritorno di Marcello Trotta dal Sassuolo, l'attaccante e la società neroverde avrebbero accettato la proposta del Crotone con la firma che potrebbe giungere nelle prossime ore. Più complicata la pista Lorenzo Crisetig, per la quale si attendono novità da casa Bologna, visto che il club felsineo sembra essere disposto a cedere solamente a titolo definitivo il ragazzo cosi da potere monetizzare al massimo il suo cartellino, alla luce delle difficoltà emerse nell'ultimo anno dove il tecnico Roberto Donadoni non ha mostrato molto interesse per le qualità espresse in campo.

Un elemento che invece, con il suo ritorno a Crotone ha acquisito nuovamente fiducia diventando titolare inamovibile della squadra di Davide Nicola.