Il mondo delle notizie è complesso - e le storie e le immagini false sono spesso ampiamente condivise sui social media. La redazione di Blasting News individua ogni settimana le bufale più popolari e le informazioni fuorvianti per aiutarvi a distinguere il falso dal vero. Ecco le affermazioni più condivise di questa settimana, di cui nessuna è vera.

Etiopia

Affermazione: Il presidente sudafricano Nelson Mandela affermò che il mondo si divide in "saggi e stolti" - con questi ultimi che si dividono in base alla razza

Fatti: "Il nostro mondo non è diviso per razza, colore, sesso o religione. Il nostro mondo è diviso in persone sagge e sciocchi.

E gli stolti si dividono per razza, colore, genere o religione", è la citazione ampiamente condivisa sui social media e attribuita all'ex presidente sudafricano Nelson Mandela.

Verità: Come riporta AFP Fact Check, la citazione è stata erroneamente attribuita. Le parole sono state condivise in un tweet del 7 agosto 2020 da Mohammad Safa, un rappresentante permanente delle Nazioni Unite. Dopo aver visto l'errata attribuzione delle sue parole, Safa ha condiviso un post che diceva: "Non mi piace chi diffonde sempre informazioni false o passa le nostre citazioni sotto il nome di qualcun altro", ha detto su Facebook. "Non so chi ha messo il nome di Nelson Mandela sulle mie parole e l'ha condiviso online".

USA

Affermazione: Durante il secondo e ultimo dibattito presidenziale americano delle elezioni del 2020, Trump ha parlato del Coronavirus: "Ci si aspettava che morissero 2,2 milioni di persone secondo le previsioni. Abbiamo chiuso la più grande economia del mondo per combattere questa terribile malattia".

Fatti: Nella sua prima battuta del dibattito, il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha condiviso i numeri che mostrano il presunto numero di morti previsto per la pandemia negli Stati Uniti, pari a 2,2 milioni di persone.

Verità: Trump ha riutilizzato i numeri trovati in uno studio dell'Imperial College Covid-19 Response Team in cui si parla di questo: "In un'epidemia non mitigata, prevediamo circa 510.000 morti nella G.B.

e 2,2 milioni negli Stati Uniti".

Quindi, 2,2 milioni di persone sono proiezioni ad alto rischio di contagio e il numero di morti che si verificherebbe se non venissero adottate misure preventive, come spiega AFP Fact Check. Gli Stati Uniti hanno imposto misure sanitarie come l'isolamento e l'allontanamento sociale, quindi questa previsione non è accurata. Come condivide AFP Fact Check, la ricerca della John Hopkins University mostra che il numero di morti per coronavirus negli Stati Uniti è di oltre 223.000, non 2,2 milioni.

USA

Affermazione: l'accordo di Parigi significava che gli Stati Uniti "avrebbero dovuto spendere miliardi di dollari" e avrebbero "chiuso diverse attività".

Fatti: Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato durante il dibattito presidenziale contro il candidato Joe Biden che ha fatto uscire gli Stati Uniti dall'accordo di Parigi spiegando: "Avremmo dovuto spendere miliardi di dollari e siamo stati trattati in modo molto ingiusto.

E ha aggiunto: "Hanno reso un grande disservizio. Ci avrebbero tolto l'attività".

Verità: Come riferisce AP, l'accordo di Parigi per la lotta al cambiamento climatico è "basato su riduzioni volontarie delle emissioni. Nessuna nazione è stata costretta a fare nulla".

FRANCIA

Affermazione: il reddito da solidarietà attiva supera ora il salario minimo

Fatti: Il 17 ottobre, il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato che il governo offrirà un "aiuto eccezionale di 150 euro" e altri 100 euro per bambino, fino a un limite di 450 euro in totale ai beneficiari del reddito da solidarietà attiva (RSA) a seguito della crisi COVID-19 che ha spinto molte famiglie nella povertà.

Dopo questa dichiarazione, un post è stato ampiamente condiviso sui social media dicendo: "É ufficiale che il reddito da solidarietà attiva supera ora il salario minimo, che senso ha lavorare!

Fare figli e stare al caldo, è più redditizio!".

Verità: secondo il Ministero della Salute francese e l'associazione ATD Quart Monde che "mira a sradicare la povertà per permettere a tutti di vivere con pari dignità", la differenza è in media di 700 euro tra un reddito di solidarietà attiva e un salario minimo, una volta prese in considerazione le prestazioni sociali, riporta AFP Fact Check. In questo senso, il reddito di solidarietà attiva non supera il salario minimo, anche aggiungendo l'aiuto eccezionale annunciato da Macron.

Australia/Francia

Affermazione: L'ex primo ministro australiano Julia Gillard ha esortato "i musulmani che vogliono vivere sotto la Sharia islamica" a lasciare il Paese

Fatti: Un discorso attribuito all'ex primo ministro australiano Julia Gillard inizia dicendo: "GLI IMMIGRATI DEVONO ADATTARSI.

Prendere o lasciare", è stato condiviso dai gruppi nazionalisti francesi di Facebook.

Verità: il 6 luglio 2010, Gillard ha affermato la sua intenzione di combattere l'immigrazione clandestina e ha menzionato la possibile creazione di un centro di detenzione per "boat people". Tuttavia, non ha mai menzionato nulla di specifico sui musulmani o sull'Islam. AFP Factuel riferisce che non è stata trovata traccia di questo discorso di Julia Gillard.

Regno Unito

Affermazione: il Coronavirus non è più letale dell'influenza stagionale

Fatti: Il 13 ottobre, il candidato sindaco di Londra David Kurten ha detto in un video postato su Facebook: "I politici e i media hanno una comprensione molto, molto scarsa della scienza e della matematica e hanno perseguito e spinto la narrazione che il coronavirus -Covid-19- è molto, molto peggiore e più pericoloso di quanto non sia in realtà.

La realtà è che non è peggio di una brutta stagione influenzale".

Verità: secondo le informazioni dell'agenzia di controllo dei fatti Fullfact, l'affermazione di Kurten non corrisponde alla realtà. Secondo i dati della Public Health England, dal 2015 in media 12.117 persone sono morte nel Paese a causa dell'influenza stagionale. Questi numeri vanno da un minimo di 3.966 morti a un massimo di 22.087 morti per stagione. Per quanto riguarda i decessi dovuti al coronavirus, i dati più recenti del governo britannico, pubblicati il 19 ottobre, mostrano che ci sono stati 38.783 decessi in Inghilterra causati da Covid-19. Questa cifra non include le persone che potrebbero essere morte a causa di Covid-19 ma non sono state inserite nelle statistiche perché non hanno fatto un test per confermare l'infezione, soprattutto durante i primi mesi della pandemia.

È anche bene tenere presente che il numero di decessi dovuti al coronavirus sarebbe certamente maggiore se non si applicassero misure di distanziamento sociale.

SPAGNA

Affermazione: l'OMS ha confermato che il coronavirus non è più letale dell'influenza stagionale

Fatti: I post che circolano su Facebook utilizzano una dichiarazione del direttore del Programma di emergenza sanitaria dell'OMS, Michael Ryan, per affermare che "l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha finalmente confermato quello che dicevamo mesi fa: il coronavirus non è più letale o pericoloso dell'influenza stagionale". Il 5 ottobre, Ryan ha dichiarato durante un incontro che "le nostre attuali migliori stime ci dicono che circa il 10% della popolazione mondiale potrebbe essere stata infettata da questo virus".

I post affermano anche: "La popolazione mondiale è di circa 7,8 milioni di persone, se il 10% è stato infettato, ci sono 780 milioni di casi. Il numero globale di morti attualmente attribuito alle infezioni di Sars-Cov-2 è di 1.061.539. Si tratta di un tasso di mortalità per infezione di circa lo 0,14%. In linea con l'influenza stagionale e le previsioni di molti esperti di tutto il mondo".

Verità: secondo le informazioni dell'agenzia spagnola di controllo dei fatti Newtral, il calcolo presentato nei post non è corretto, poiché i dati rilasciati dall'OMS sono provvisori. "Ho usato questa percentuale per illustrare il fatto che la maggior parte delle persone sono ancora suscettibili al contagio", ha detto Ryan in una conferenza stampa tenutasi il 12 ottobre.

Secondo i dati dell'OMS, l'influenza stagionale è responsabile della morte di 290,00-650,00 persone all'anno. Nel frattempo, secondo i dati del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), tra il 31 dicembre 2019 e il 19 ottobre 2020, sono stati registrati 1.110.902 decessi per coronavirus.

BRASILE

Affermazione: l'India fa causa alla Cina per 20 trilioni di dollari per danni da coronavirus

Fatti: I post di Facebook sostengono che il governo indiano avrebbe intentato una causa contro la Cina presso la "Corte Internazionale", chiedendo il pagamento di 20 trilioni di dollari per i danni causati dal coronavirus.

Verità: Secondo le informazioni dell'agenzia brasiliana di controllo dei fatti Lupa, una consultazione delle cause intentate presso la Corte Internazionale di Giustizia mostra che non c'è nessuna azione legale in cui l'India stia facendo causa alla Cina, né a causa della pandemia di Covid-19 né per qualsiasi altro motivo.

PORTOGALLO

Affermazione: un ragazzo di 19 anni viene nominato ministro in Ruanda

Fatti: I post condivisi su Facebook affermano che il presidente ruandese Paul Kagame ha nominato ministro un ragazzo di 19 anni come. Un collage presente nei post mostra sul lato destro un'immagine di Kagame e sul lato sinistro un giovane di nome Patrick Nkuriza. "Patrick NKURIZA, un ragazzo di 19 anni, è stato nominato ministro delle Nuove tecnologie e dello sviluppo da Paul KAGAMÉ", si legge in parte nella didascalia dei post.

Verità: un portavoce del governo ruandese ha detto all'AFP che la dichiarazione è falsa. Secondo il sito ufficiale del governo ruandese, non c'è un ministero delle Nuove tecnologie e dello sviluppo nel Paese.

Il collage presente nei post mostra in realtà l'immagine del presidente Kagame sul lato destro, ma il giovane sul lato sinistro non è Patrick Nkuriza, ma Ramarni Wilfred, un adolescente britannico diventato famoso nel 2014 per avere un quoziente intellettivo superiore a quello di Albert Einstein e Bill Gates.

AMERICA LATINA

Affermazione: il Canada ha legalizzato la zoofilia

Fatti: I post condivisi su Facebook dicono che il Canada ha legalizzato i rapporti sessuali tra esseri umani e animali. "Il mondo è rimasto scioccato dalla decisione della Corte Suprema del Canada di legalizzare la zoofilia o il sesso con gli animali. Cosa ci si aspetta dalla società mondiale da qui a 20 o 30 anni?", si legge nella didascalia dei post.

Verità: Secondo il servizio di fact-checking del quotidiano peruviano La República, l'origine della voce risale al giugno 2016, quando un uomo è stato condannato a 16 anni di carcere per aver abusato di due figliastre, ma alla fine è stato assolto da un'accusa di zoofilia, perché, secondo la legislazione canadese dell'epoca, il reato si verifica solo se l'animale viene penetrato, cosa che non è avvenuta. Nel 2019, tuttavia, il Parlamento canadese ha emanato la legge C-84, che ha modificato il codice penale per includere ogni contatto sessuale tra animali e persone come reato di zoofilia.

Segui la nostra pagina Facebook!