Nick Mason, storico batterista dei Pink Floyd, ha recentemente lanciato il suo nuovo progetto musicale chiamato Nick Mason's Saucerful of Secrets, suonando anche in Italia: questo progetto lo ha portato a rivisitare i primi successi discografici della band, in modo particolare per quel che riguarda l'affermazione musicale a livello professionale, che ha portato lentamente il suo leader e fondatore Syd Barrett verso il tracollo, cosa che ha spinto gli altri membri ad escluderlo dal gruppo.

Pubblicità
Pubblicità

Band giovane e immatura

Nick Mason, che insieme a Barrett ha contribuito a fondare il gruppo inglese nel 1965, ricorda l'allontanamento di Syd dal gruppo, dopo che il suo comportamento era diventato sempre più irregolare e squilibrato. Tra i motivi che hanno portato il resto della band ad escluderlo vi sono probabilmente una moltitudine di fattori: sicuramente i problemi di salute mentale e l'assunzione di droghe pesanti sono state insieme fattori importanti nel portare Barrett in quello stato.

Parlando con Rolling Stone di quel periodo, Mason ha parlato anche dei brani scritti da Barrett e ha stilato una classifica dei suoi cinque pezzi preferiti: tra tutte c'è un brano in particolare, Bike, che gli fa ricordare molti aspetti del gruppo, e che commenta con queste parole: 'I testi sono così molto Syd, meravigliosamente intelligenti. Divertenti, ma con un fondo di tristezza. Adesso che la ascolto, mi accorgo di quanto fossimo giovani e immaturi e di quanto fossimo senza speranza davanti al crollo di Syd ".

Pubblicità

I brani preferiti da Mason

Oltre a Bike, le altri canzoni preferite dei primi Pink Floyd sono quasi tutte contenute nel primo disco: dalla psichedelica Interstellar Overdrive alla spaziale Astronomy Domine, passando per Vegetable Man e Arnold Layne, primo singolo in studio pubblicato dalla band nel marzo del 1967.

Nonostante la sua breve permanenza nella band, Barrett ha contribuito in modo determinante al sound del primo album The Piper at the Gates of Dawn, pubblicato nel 1967, e a parte del secondo album A Saucerful of Secrets, uscito nel 1968: è proprio in quel periodo che entra nel gruppo un nuovo chitarrista, David Gilmour, che dopo alcuni concerti con la formazione a cinque elementi sostituirà in modo definitivo l'amico e compagno di band Syd.

Senza dimenticare gli altri singoli pubblicati nei primi anni di attività della band e mai inseriti nel primo album. In attesa di album che divennero leggendari, come un certo Dark side of the moon [VIDEO].

Leggi tutto