Si è ormai conclusa la prima parte della maturità e archiviate le prove scritte, gli studenti attendono l’ultimo step, ossia la prova orale, che consentirà di ottenere il tanto agognato diploma. L’esame orale, che inizierà dai primi giorni di luglio, è la prova più temuta dai ragazzi in quanto fonte di ansia e panico da scena muta. Questo non solo perché si è di fronte alla commissione che vi sottoporrà a domande e vi giudicherà, ma anche perché vale molti punti e potrete, quindi, riparare agli errori commessi durante gli scritti.

Occorre tenere presente, però, che verrà valutata non solo l’esposizione delle vostre idee, ma anche l’atteggiamento che mostrerete durante il colloquio orale. Pertanto, qui di seguito vi verranno proposte le cinque cose da evitare all’esame orale, in modo tale da renderlo perfetto.

Le 5 cose da evitare all’esame orale

Per superare l’esame orale con buoni voti e fare un’eccellente figura davanti ai commissari, occorre anche mostrare un’atteggiamento consono ed evitarne alcuni:

  • Non assumete posizioni scomode: niente braccia incrociate, gomiti posati sulla cattedra, occhi bassi, voce incerta e posizioni stravaccate. Cercate, piuttosto, di assumere una postura corretta e rilassata e di tenere lo sguardo rivolto al docente, evitando, però, di gesticolare in maniera eccessiva. Inoltre, se dimenticate qualcosa inerente alla tesina, come una data o un passaggio, non fatevi prendere dal panico bloccandovi, ma proseguite con l’esposizione.
  • Non indossate infradito, top, pantaloncini e gonne: l’abbigliamento è senz’altro uno dei fattori che influenza la prima impressione, in quanto gioca un ruolo fondamentale e deve essere coerente con il contesto. Dunque, non indossate infradito, pantaloncini e gonne estremamente corti, top scollati, tacchi alti e make up appariscente. Pertanto, vestitevi adeguatamente in modo tale da dare ai professori un’immagine di serietà e rispetto.
  • Non rispondete in caso di incomprensione della domanda o se non conoscete l’argomento: prima di rispondere ad ogni domanda, accertatevi di aver compreso bene ciò che vi viene chiesto, altrimenti chiedete cortesemente all’insegnante di riformularvela. Invece, nel caso in cui non ricordate o conoscete l’argomento, non inventate la risposta altrimenti darete l’impressione di arrampicarvi sugli specchi facendo una pessima figura, ma siate sinceri con i professori e dite loro di non conoscere la risposta.
  • Non interrompete il professore mentre parla e vi interroga: non abbiate fretta di rispondere, ma aspettate che finisca di parlare senza interromperlo, altrimenti si potrebbe dare l’impressione di voler concludere quanto prima l’esame o si potrebbe infondere nervosismo.
  • Non chiedete l’esito dell’esame: anche questo potrebbe suscitare nervosismo alla commissione, in particolare a quella esterna. Si tratta di una domanda inutile, perché se siete certi della buona riuscita degli scritti e di una buona esposizione orale della tesina, è palese che l’esame sia andato bene.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto