Serie B 2018/2019: Pescara sempre in vetta, ma il Palermo inizia a fare sul serio

Serie B

L'edizione 2018/2019 della Serie B è la più atipica degli ultimi anni. La Lega non ha voluto sentire ragioni e, dopo la tormentata estate vissuta dalla cadetteria, non ha provveduto a ripescare nessuna squadra al posto delle escluse Bari, Cesena ed Avellino. Dunque si è partiti con il format a 19 squadre, tra le quali il Foggia che, con otto punti di penalizzazione sul groppone, è costretto a rincorrere sin dalla prima giornata. La Serie B non partiva con un organico dispari alla stagione 1967/68. Favorite per il salto di categoria sono le tre squadre retrocesse nella passata stagione dalla Serie A e, dunque, Crotone, Verona e Benevento con la formazione veneta che sembra un gradino più in alto rispetto alle altre. A queste va aggiunto il Palermo che ritenterà in questa stagione il salto di categoria sfuggito nell'ultimo campionato.

Il Pescara si conferma capolista

Il Pescara si conferma capolista solitaria del campionato di Serie B grazie al rocambolesco pareggio di Cosenza. Di contro il Palermo passa con facilità sul terreno del Carpi, fanalino di coda, e si insedia al secondo posto ad un punto dalla capolista. Al terzo posto il Verona viene raggiunto dalla Salernitana, per i veneti un'inattesa sconfitta in casa dell'Ascoli.

Abruzzesi fortunati, Palermo impietoso

Gli abruzzesi confermano il momento poco brillante, nonostante la testa della classifica. Dopo la sconfitta casalinga con il Cittadella, il Pescara non ha saputo conquistare bottino pieno a Cosenza e, al contrario, deve ritenersi miracolato per aver conquistato il punto dell'1-1 in piena zona Cesarini con una rete la cui dinamica è stata contestata dalla formazione di casa. Nessun problema, al contrario, per il Palermo che passa impietosamente sulle rovine del modestissimo Carpi, 3-0 per i siciliani il risultato del match in una gara che ha messo in risalto la grande differenza di valori tecnici tra le due formazioni. Teoricamente una tale differenza di valori in campo la potrebbe mettere dentro anche il Verona, ma la formazione scaligera incappa nella seconda sconfitta stagione in casa dell'Ascoli ed è costretta non solo a rinunciare alla possibilità di conquistare la vetta della classifica, ma si lascia superare dal Palermo ed agganciare al terzo posto dalla Salernitana che batte il Livorno.

Lecce sempre più matricola terribile

Al quinto posto sale il Lecce sempre più matricola terribile, i salentini battono un Crotone che sembra alla deriva (i calabresi scivolano al 12° posto in classifica) ed agganciano il Benevento a quota 16. I sanniti, dal canto loro, non sono scesi in campo alla luce del rinvio per il maltempo della gara che doveva essere disputata sul campo dello Spezia. Dopo l'impresa di Pescara, invece, il Cittadella viene fermato in casa dal Foggia (1-1) ed il Venezia ha ottenuto tre punti preziosi sul campo della Cremonese. Da segnalare infine la vittoria del Perugia sul Padona al termine di uno scoppiettate match chiuso 3-2 per gli umbri.

Il prossimo turno

Un'autentico 'spezzatino' caratterizzerà l'11^ giornata del campionato cadetto che si apre il 2 novembre con la sfida tra Verona e Cremonese (ore 21). Il 3 novembre alle ore 15 si gioca Foggia-Brescia, nello stesso giorno alle ore 18 si disputa Benevento-Ascoli mentre alle 21 vanno in campo Padova-Cittadella e Palermo-Cosenza. Il 4 novembre si giocano Crotone-Carpi e Venezia Salernitana, entrambe alle ore 15, alle 21 saranno in campo Livorno e Perugia. Il 5 si gioca il posticipo, autentico big-match tra Pescara e Lecce.

Who follows the Serie B channel?

Federico Causo Gianni Russo Valeria Iuliano Santo Furnò Alessandro Locatelli Gabriele Brunelli Gaia Berber

Monthly react of the channel: 56.856