Al via il countdown per scoprire chi vincerà le #Elezioni USA 2016 e sarà il 45° presidente degli Stati Uniti d’America. La candidata democratica Hillary Clinton ha concluso la sua campagna lanciando un ultimo spot di due minuti intitolato Tomorrow e il repubblicano Donald Trump ha concluso la sua campagna in Pennsylvania, a Scranton. I giochi si chiuderanno ufficialmente tra la mezzanotte e le sei del mattino di mercoledì (ora italiana). Al momento, secondo i sondaggi ufficiali, la candidata democratica godrebbe di un vantaggio di tre punti sull’avversario. Secondo i sondaggi, il vantaggio della Clinton è, inoltre, ampiamente riscontrabile negli stati ad alta densità demografica situati ad est ed ad ovest degli USA.

Una maggiore propensione verso il candidato repubblicano, invece, è riscontrabile nella zona centrale degli Stati Uniti d’America. Il primo stato ad esser chiamato al voto è stato il New Hampshire dove, attualmente, la Clinton ha avuto la meglio nell'area di Dixville Notch e il repubblicano Trump ha surclassato l'avversaria a Millsfield.                                                                                                                                                                                                                         

Giornata decisiva per i cittadini americani

Gli statunitensi, oltre a dover eleggere in futuro presidente, sono chiamati a votare per il rinnovamento di tutta la camera dei deputati e di un terzo del senato. Una parte dei cittadini statunitensi è chiamata, inoltre, ad eleggere i 12 nuovi senatori su 50, di cui 4 repubblicanI e 8 democratici, e a esprimersi su alcune proposte di iniziativa popolare.

I migliori video del giorno

Le proposte più rilevanti riguardano l’uso a scopo ricreativo della marijuana in Arizona, California, Maine e Massachussets, e l’uso a scopo curativo della stessa in Montana, Florida, North Carolina e  Arkansas. In California, nonostante vi sia anche una proposta che mira a velocizzare la pena di morte, e in Nebraska si vota per l’abrogazione della pena di morte. In Oklahoma si vota per l'inserimento della stessa nella costituzione di stato.

Il Colorado è chiamato a approvare una legge che consentirebbe il suicidio assistito, pratica già approvata a in Oregon, Washington, Vermont e California. In Montana il suicidio assistito è già permesso a condizione che vi sia il consenso di un giudice. I cittadini sono chiamati ad esprimersi anche sulla democrazia diretta, particolarmente apprezzata negli ultimi anni e per la quale si è visto un maggior utilizzo del referendum. In California, se verrà approvata la proposta in questione denominata Proposition 53, il Parlamento sarà chiamato ad interpellare i cittadini in relazione a progetti infrastrutturali che richiedono una spesa superiore ai 2 miliardi di dollari.

Nel resto degli USA i cittadini saranno chiamati ad esprimersi su questioni altrettanto importanti come l’inquinamento, i diritti degli animali, l’assistenza sanitaria, la tassa sul tabacco, la tassa sui redditi alti e, infine, il salario minimo. #Esteri #Cronaca