Il lontano febbraio 1858 fu indubbiamente il mese più importante e quantitativamente più ricco per quanto riguarda le apparizioni di Nostra Signora di Lourdes, fino ad allora nominata “La Signora” dalla giovanissima Bernadette Soubirous, protagonista delle apparizioni.

Marzo iniziò, quell’anno, con un’apparizione diversa dalle precedenti e, per quanto accadde, eccezionalePer la prima volta, insieme a millecinquecento persone raccolte, vi era un sacerdote e nella notte accadde il primo miracolo legato alla Grotta, a Lourdes e alla Madonna: una donna, Caterina Latapie, guarì da una slogatura al braccio dopo averlo immerso nell’acqua della fonte. Era il 1° marzo e avvenne quel giorno la prima apparizione del mese.

Il giorno seguente, 2 marzo, davanti ad una folla ancora più numerosa del giorno prima, la Signora diede un messaggio per i sacerdoti. Questi ultimi avrebbero dovuto condurre alla Grotta i fedeli in processione e costruire una cappella alla Madonna. Questo messaggio venne riportato da Bernadette al parroco di Lourdes che chiese alla giovane il nome della Signora e una prova della sua esistenza facendo fiorire il roseto della Grotta in pieno inverno.

Il 3 marzo l’apparizione non avvenne quando tutti l’aspettavano (la folla era numerosa già dal primo mattino) e Bernadette tornò alla Grotta dopo la scuola. Come aveva chiesto il sacerdote, Bernadette domandò alla Signora il suo nome, ma Lei rispose solo con un sorriso.

Ottomila persone aspettarono la Signora il 4 marzo, giorno della quindicesima apparizione, ma questa avvenne in modo silenzioso e non vi furono particolari accadimenti quel giorno.

Passarono una ventina di giorni prima che Bernadette fece ritorno alla Grotta: era il 25 marzo. Questa fu senz’altro l’apparizione più significativa perché quel giorno, per la prima volta, rivelò il Suo nome a Bernadette, dicendole: “Sono l’Immacolata Concezione”. La giovane, che ignorava il termine e non comprendeva il suo significato, lo ripeteva in continuazione.

Nel 1854 Pio IX aveva proclamato, con questa espressione, un dogma cristiano.

Le combinazioni numeriche legate a questi eventi sono:

prima combinazione: 1, 2, 3, 4, 25, 88. Ovvero le “date” delle apparizioni di marzo, ciòè la prima (1), la seconda (2), la terza (3), la quarta (4), la quinta (25) e 88, il “mese” di marzo;

seconda combinazione: 5, 58, 7, 23, 66. 5 è il “numero” delle apparizioni, 58 l’”anno” , 7 “Bernadette”, 23 la “Madonna di Lourdes”, 60 la “Madonna”, 66 la “Madonna dei Miracoli”;

terza combinazione: 1, 4, 3, 28, 40, 60. 1 è la “data” della prima apparizione di marzo, 4 il “miracolo”, 3 è il “messaggio”, 28 “sacerdote”, 40 il “nome”, 60 l’Immacolata”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto