Risale al 1959 una delle prima rappresentazioni firmata Walt Disney de "La Bella Addormentata nel Bosco", film d'animazione che ormai tutti conosciamo, riproposto e rimasterizzato ormai in tantissime versioni. Ma da un po' di anni la cinematografia si è dedicata alla trasposizione delle storie e favole alle quali eravamo abituati vedere solo in alcuni storici cartoni animati o libri di fiabe: la principessa, il principe, e il cattivo, contornando il tutto di personaggi allegri simpatici e colorati.

La pellicola hollywoodiana invece si avvale di un'impronta del tutto diversa ultimamente: "Cappuccetto Rosso" diventa "Rosso Sangue", "Hansel e Gretel" due spietati "Cacciatori di Streghe" che non la mandano a dire e "Biancaneve" fa gli occhi languidi al "Cacciatore".

Insomma il tutto prende una piega sempre più oscura e cruda nei riadattamenti.

Ma una cosa che non passa inosservata è la disarmante bellezza della scelta dei personaggi cattivi, dedita in modo paradossale a mettere per un attimo da parte le principesse dal viso pulito e innocente, e farsi attrare dalla bellezza dannata delle regine cattive. Come può non essere una Charlize Theron la più bella del reame? Eppure è cosi secondo "Biancaneve e il Cacciatore" film del 2012. Vediamo anche Famke Janssen, in "Hansel e Gretel Cacciatori di Streghe" (2013) bella e sboccata e senza nessuna pietà nella sua lotta contro i due poveri orfani ormai cresciuti.

Ma arriviamo al 2014, dove troviamo una Angelina Jolie con un sorriso quasi rassicurante nella parte di Malefica, cattivissima strega della fiaba che tutti ben conosciamo.

Tanto bella quanto protagonista, ebbene si, non c'è la storia d'amore e la lotta contro il male, Maleficent esprime il suo mondo dalle viscere dell'oscurità prendendo di prepotenza il titolo del film. Alla fine le classiche storie le conosciamo bene tutti, ma i cattivi chi li considera?

Creare un alone di curiosità e mistero attorno ai personaggi che ci hanno sempre terrorizzato è forse un ottimo modo per non banalizzare le storie e suscitare nuovi interessi negli spettatori, il tutto reso ancora piu piacevole dalle disarmanti bellezze mozzafiato che queste attrici (non solo bellissime ma anche brave).

Le ambientazioni sempre più cupe ormai fanno da base come scenario delle fiabe rendendo il tutto quasi lievemente horror, fattore che non deve mancare per tenere incollati alla poltrona.

Ad aggiungere un pizzico di novità in più per quest'ultimo riadattamento cinematografico sarà la colonna sonora, supportata dalla voce ipnotica dell'affascinante newyorkese Lana Del Rey che accompagna uno dei primi trailer in circolazione nelle ultime settimane.

Chi meglio di lei poteva sostenere questo film data la sua predisposizione alle sonorità gotiche che la rendono piacevolmente orecchiabile agli ascoltatori di tutto il mondo. Intanto il cinema si prepara ad accogliere a breve anche il riadattamento del capolavoroWalt Disney "La Bella e la Bestia" che sembra essere un ulteriore asso vincente del panorama hollywoodiano.

Segui la nostra pagina Facebook!